Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Qualità dell’aria, Marrini «La centralina per i rilievi è rotta dal 2014. Nessun controllo pubblico sulle emissioni»

FOLLONICA –  «Nel 2014 l’assessore all’ambiente Mirjam Giorgieri, con il supporto del sindaco Andrea Benini, aveva dato la sua parola: il Comune di Follonica si sarebbe dotato in breve tempo di una centralina per il monitoraggio della qualità dell’aria, dopo che quella messa a disposizione dalla Provincia in via Madre Teresa di Calcutta era rimasta danneggiata dall’alluvione nella zona sud della Maremma, dove era stata spostata per compiere alcuni controlli. E invece, secondo la risposta alla mia interrogazione avanzata all’assessore Giorgieri, pare proprio che dal 2014 ad oggi nessuna tecnologia pubblica controlli più le emissioni nella zona del Casone: in funzione ci sono solo i dispositivi privati, come ammette l’assessore». Il capogruppo di Forza Italia Sandro Marrini interviene sulla qualità dell’aria a Follonica.

«Ma c’è di più: la mia interrogazione su questa materia era stata avanzata il 28 aprile 2016 e la risposta arriva solo adesso, quando invece l’amministrazione comunale avrebbe 30 giorni di tempo per dare spiegazioni – prosegue Marrini -. Un problema, quello dei ritardi del centrosinistra, al quale non riusciamo a rassegnarci. Anche perché, come troppo spesso capita, le risposte che arrivano non sono esaustive. In questo caso c’è voluto quasi un anno per sapere che il Comune nel frattempo non ha acquistato né affittato alcun tipo di tecnologia dall’annuncio fatto nel 2014. I controlli avvengono per opera dei privati e i dati vengono poi analizzati da Arpat. Per il futuro, l’assessore Giorgieri fa sapere che nell’ambito del progetto Follonica Led saranno inserite delle centraline per il monitoraggio dell’aria. A questo proposito sarebbe al lavoro un gruppo tecnico per la definizione dei dettagli».

«La risposta alla mia interrogazione non contiene quindi date o scadenze entro le quali inizieranno i controlli ambientali. Ci è voluto quasi un anno, quindi, per sapere poco più di niente. Ciò che mi lascia sbalordito è anche la prepotenza con cui l’assessore risponde alle domande dell’opposizione: recentemente ha affermato che Forza Italia fa dichiarazioni sensazionalistiche, facendo riferimento al fatto che i cassonetti della spazzatura di Follonica non vengono lavati da troppo tempo. Eppure i cattivi odori i cittadini li sentono eccome. Evidentemente l’assessore Giorgieri per fare politica – conclude Marrini – si è tappata gli occhi e anche il naso».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.