Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Peep Pizzetti, il Tar boccia il ricorso delle cooperative. Dovranno pagare 7 milioni. LA SENTENZA

Più informazioni su

GROSSETO – Il Tar ha respinto il ricorso presentato dagli assegnatari delle aree Peep Pizzetti contro la richiesta di conguaglio per l’esproprio dei terreni di proprietà delle sorelle Cavalli. Richiesta di conguaglio che era stata fissata nella delibera del consiglio comunale a novembre 2015.

I giudici della sezione uno del tribunale regionale della Toscana nella trenta pagine della sentenza spiega come siano infondate le richieste dei ricorrenti e quindi delle cooperative e che dunque come stabilito nella famosa delibera 103 del 2015 gli assegnatari delle aree peep debbano pagare il conguaglio dell’esproprio. Una somma di circa 7 milioni di euro.

Ecco la sentenza integrale: LINK.

«Purtroppo abbiamo ereditato una situazione molto complicata – commenta Fabrizio Rossi, assessore alle Aree Peep – che era già avviata verso una fase prettamente giudiziaria. Non potevamo agire diversamente, pena il default del Comune. Voglio ricordare che si tratta di una vicenda iniziata, proseguita e gestita interamente dalla precedente amministrazione. Ora che abbiamo noi la responsabilità del governo della città, valuteremo immediatamente i risvolti della decisione del Tar e ci adopereremo per trovare una soluzione che possa rendere meno dolorose le conseguenze di questo atto giudiziario».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.