Alla scoperta dello squalo balena: partita la spedizione di studiosi massetani

Più informazioni su

MASSA MARITTIMA – Domenica 15 gennaio lo staff del Centro Studi Squali è  partito da Massa Marittima (Aquarium Mondo Marino – C.S.S.) alla volta di Gibuti, in Africa, per la “II° spedizione scientifica squalo balena”.

Il viaggio è organizzato dal C.S.S., con il coordinamento scientifico dell’Università della Calabria, dell’I.S.P.R.A., dell’AGC98.

Alla spedizione partecipano sei biologi,tre veterinari e tre studenti provenienti rispettivamente dalle Università della Calabria, Tuscia Viterbo e Pisa.

Obiettivo del progetto è raccogliere dati su vari aspetti della biologia dello squalo balena (Rhincodon typus), in particolare si concentreranno su aspetti etologici e sull’ecologia alimentare trattandosi di un animali filtratore pur essendo il più grande pesce e squalo presente nei mari.

Lo staff utilizzerà le strumentazioni del C.S.S.: Drone per le riprese aeree, Laserfotogrammetrico per misurare con estrema esattezza le dimensioni reali dei singoli individui, Gopro per le riprese subacquee, strumenti per le analisi chimico-fisiche delle acque.

La ricercatrice dell’I.S.P.R.A. dottoressa Buttino utilizzerà il Retino da plancton per la raccolta di campioni che verranno poi esaminati in barca con microscopio binoculare e preparati per il trasferimento in Italia dove verranno svolte analisi qualitative e quantitative.

Questa spedizione, la prima del 2017 per il C.S.S. rappresenta una importante sfida scientifica perchè il team cercherà di applicare alcune delle tecniche di osservazione etologica già usate su diverse specie di squali anche allo squalo balena, attività che nessuna equipe ha ancora affrontato con queste modalità e strumenti.
Durante la spedizione, il gruppo resterà per tutto il tempo in mare, ospitato dalla Goletta Elegante sua base logistica e quindi difficilmente verranno date informazioni sulle attività in corso in tempo reale come per il Sudafrica, mentre sarà possibile al ritorno poter visionare i video, le foto e le interviste direttamente sui vari social del CSS alla fine di gennaio.

Un’altra tappa importante per il C.S.S. che sarà molto impegnato per tutto il 2017 con spedizioni in varie parti del mondo, Sudafrica, Gibuti, Madagascar, senza dimenticare naturalmente le coste italiane per le quali in primavera partirà un progetto di analisi delle nursery di alcune specie di squali.

Sul blog del CSS sono già disponibili le interviste ai partecipanti della Spedizione.

https://centrostudisquali.blogspot.it/?view=snapshot

Più informazioni su

Commenti