Si apre il cantiere per la nuova strada: collegherà una decina di poderi alla provinciale

GAVORRANO – Inizieranno a breve i lavori per una nuova strada vicinale nella frazione di Casteani. In pratica il raccordo viario che verrà realizzato, per una lunghezza di 70 metri circa, comporterà l’accesso diretto dei poderi della zona con la strada provinciale, attraversando un ponte che era già stato completato nel 2006, senza dover percorrere il prolungamento obbligatorio della strada vicinale esistente, che tra l’altro passa quasi nel giardino di una casa privata.

Il tratto riguarda una zona di Casteani, conosciuta anche come strada di podere Pietraio, e collegherà quindi una decina di poderi, tra aziende e abitazioni private, con il ponte che attraversa il fiume Bruna alla Sp 31, meglio conosciuta come strada della Collacchia. Fino a oggi, per arrivare ai poderi della zona, l’unica strada passava in mezzo a un terreno privato, proprio accanto all’abitazione.

I problemi legati al traffico in quella zona per molti anni sono stati multipli, dal numero dei veicoli innanzitutto e non da ultimo della difficoltà dei mezzi di soccorso di raggiungere le zone alte creando un disagio notevole per gli abitanti.

Il progetto risale al 2004, sbloccato solo ora a seguito di un intenso lavoro dell’ufficio tecnico del Comune e verrà realizzato entro quattro mesi circa, a partire dal mese di gennaio. I lavori sono già stati affidati alla ditta esecutrice.

L’ingegnere De Felice ha illustrato questa mattina i dettagli tecnici del progetto per il quale sono stati stanziati 102 mila euro, di cui 50 mila con effetto imminente.

Il tratto di strada ad ampia carreggiata correrà in adiacenza del fiume Bruna, dove si allaccia con il ponte già esistente. La parte che darà l’accesso alla strada provinciale sarà bitumato lungo 30 metri, per un totale di 600 mq di asfalto.

«La realizzazione di questa strada è un traguardo importante –afferma l’assessore Daniele Tonini-. In questa zona era attesa da tempo. Non è facile portare avanti progetti e lavori pubblici. Riuscire a sbloccare un progetto del 2004, grazie soprattutto al lavoro degli uffici tecnici del Comune, è un risultato importante. Vogliamo continuare a dare risposte ai grandi e piccoli problemi.»

Anche il sindaco Elisabetta Iacomelli si dichiara soddisfatta del risultato: «Questo era uno degli obiettivi che l’assessore Tonini si era posto di terminare e ci è riuscito. Spero che possiamo ripristinare altri progetti che purtroppo sono fermi da anni.»

Commenti