Sicurezza, «si può fare di più». E il sindaco lancia il patto contro gli abusivi fotogallery video

Siglato un protocollo d’intesa tra le diverse realtà che tutelano commercianti, consumatori, artigiani, costruttori edili. Il sindaco Vivarelli Colonna: “Salvaguardiamo la salute dei cittadini e il lavoro di chi svolge regolarmente il proprio mestiere”. Fondamentale il ruolo dell’informazione

GROSSETO – Siglato il protocollo d’intesa contro il proliferare dell’abusivismo nel commercio, nell’artigianato e nelle costruzioni. Alla firma, avvenuta in municipio, hanno preso parte il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna, gli assessori al Commercio e alla Sicurezza Riccardo Ginnanneschi e Fausto Turbanti, e i rappresentanti di Ance, Ascom, Cna, Confartigianato, Confesercenti, Adusbef, Adiconsum, Confconsumatori e Federconsumatori.
“Agiremo – spiega Vivarelli Colonna – su più binari: anzitutto occorre formare e informare i cittadini. Far capire loro i rischi che si corrono nell’usufruire di certi servizi. Così come è necessario chiarire cosa si cela dietro certe dinamiche, quale genere di mercato vanno ad alimentare ogni volta che acquistano beni o servizi realizzati in modo abusivo”.

Lotta abusivismo 2016

Il protocollo prevede una forte sinergia tra amministrazione pubblica e associazioni. Un’unità d’intenti destinata a portare risultati concreti. “Il comando di polizia municipale, raccolte le segnalazioni formalizzate e per quanto di sua competenza – si legge nel testo del protocollo – provvederà alle opportune verifiche e controlli anche con l’ausilio di altri organi ispettivi, al fine d’incentivare l’azione di prevenzione e contrasto”.

Inoltre, associazioni e Comune s’impegnano a mettere in piedi specifiche campagne d’informazione ai consumatori volte a scoraggiare l’acquisto di beni o servizi dai canali non regolari. “Quello dell’abusivismo – prosegue il sindaco – è un gioco al massacro che danneggia tutti. Tutti tranne chi con queste storture fa profitti, non curandosi delle conseguenze. Oggi diciamo basta. Voglio denunciare pubblicamente il nostro comune impegno mirato alla tutela di chi svolge ocn professionalità e serietà il proprio mestiere. Un impegno – conclude Vivarelli Colonna – che mira anche alla salvaguardia della salute di tutti i cittadini”.

Commenti