Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il vescovo benedice i bambinelli e prega insieme ai più piccoli

Più informazioni su

GROSSETO – “Il presepe è questo: far ritornare vivo nel nostro cuore il bambino di Betlemme, perché facendo spazio a lui, alla sua umile grandezza, riusciamo a fare più spazio nella nostra vita alla buona notizia che è Gesù”. Così il vescovo Rodolfo, questo pomeriggio in cattedrale, durante il momento di preghiera in cui ha benedetto i bambinelli che la notte di Natale saranno deposti nei presepi delle case.

C’erano tanti bambini, in Duomo, ma anche molti adulti che hanno portato il loro bambinello perché fosse benedetto. Ai più piccoli è stata consegnata la letterina di auguri intitolata “Grazie Gesù di questo Natale con noi”, che il vescovo ha scritto per loro, assieme al messaggio rivolto agli adulti. La letterina si sviluppa su otto piccole facciate, con brevi frasi e immagini. Nell’ultima facciata è riproposto il testo della “preghiera semplice” di san Francesco, che il vescovo ha recitato con tutti i presenti, invitando a compiere questo stesso gesto il giorno di Natale attorno alla tavola. E’ la preghiera scelta per attivare in tutto il mondo l’iniziativa “Bambini in preghiera per la pace” per chiedere a Dio il dono della pace su Aleppo.

Terminato il rito in cattedrale, il vescovo, tenendo in mano il bambinello che la notte di Natale egli stesso deporrà nel presepe in Duomo, ha aperto la processione verso la piazza. Cantando “Tu scendi dalle stelle” e attorniato dai bambini, mons. Cetoloni ha compiuto il giro attorno al grande albero di Natale e al presepe stilizzato collocati in piazza Duomo. Ha quindi raggiunto il sagrato da dove ha impartito la benedizione.

In piazza, ad attendere questo momento di preghiera e di festa anche i butteri a cavallo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.