Grosseto non si ferma più: asfaltato anche Poggio a Caiano

Più informazioni su

GROSSETO – Ennesimo successo per la Solari e Tecnologie ambientali che, in casa, centra un’importante vittoria contro la formazione di Poggio a Caiano. Si tratta della terza affermazione consecutiva, maturata al termine di un incontro combattuto, aspro, altalenante ma che non ha mai  impensierito veramente i maremmani.

Gli ospiti hanno provato a portarsi in vantaggio più volte durante la partita ma sono sempre stati raggiunti e scavalcati dal Grosseto la cui unica pecca è stata quella di sprecare un po’ troppo alcune facili occasioni a rete.

Nel primo tempo i locali si portano subito in vantaggio e realizzano un break di tre reti, quindi la Medicea accorcia, si fa sotto e grazie ad un break di sette reti si porta in vantaggio di tre lunghezze da uno sfavorevole 6 – 2 ad un più tre, 6 – 9, al 16imo minuto della prima frazione di gioco.

I maremmani, però, sono notoriamente ossi duri e continuano a macinare e costruire gioco fino a riagguantare gli avversari sul 10 pari. Lo sforzo per recuperare è stato notevole e pertanto gli ospiti riescono a rimettere la testa avanti e ci rimangono fino al termine del primo tempo, conclusosi sul punteggio di 12 – 15.

Nel secondo tempo il Grosseto entra in campo più determinato e deciso della prima frazione e, grazie agli interventi prodigio di Baricci in porta, riesce a portare subito un break di tre reti e pareggia al terzo minuto della ripresa. Comincia così un nuovo testa a testa tra le due formazioni fino a metà della ripresa, quando vanno sul 20 pari. Da qui in poi è un assolo biancorosso. Biagioni, Del Giudice, Bacci, Coppi e Sbardellati realizzano le reti finali che danno l’affondo definitivo. Gli ospiti annichiliti dalla supremazia dei maremmani riescono a segnare solo due reti nell’ultimo quarto di partita, il finale 28 – 22 per i locali.

Durante l’incontro si è distinto particolarmente Baricci, che è stato all’altezza delle aspettative e si conferma autentica muraglia tra i pali tanto da infondere sempre più fiducia alla difesa, orchestrata a dovere dal tecnico Malatino, comunque molto attenta e forte, che ha peraltro impedito varie volte pericolose incursioni avversarie. Prova generosa di Sbardellati, che, oltre a distribuire gioco e palloni per tutto il match, ha dato veramente l’anima in campo, fino allo sfinimento, evidenziando un lodevole spirito di sacrificio a servizio della squadra. Irriducibile Coppi, ha dimostrato di sapersi adattare ad ogni ruolo nel corso della partita, grazie alla sua maturata esperienza tecnico-tattica.

Ottima la vena realizzativa di Del Giudice, Biagioni e Bacci, questi ultimi utilizzati entrambi prettamente sulle ali e imbeccati spesso da Quinati, anch’egli autore di un’ottima prova, questa volta nel ruolo di terzino. Anche in questa occasione si vede in campo un Grosseto in crescita consapevole delle proprie forze e dei propri mezzi, mai arrendevole e capace sempre di ricostruire la rimonta ripartendo dal gioco in primis e dall’impiego puntuale della panchina da parte dell’allenatore che ha dato poi modo di trovare sempre le soluzioni tecnico-tattiche più pertinenti e opportune al momento giusto.
In campo Baricci, Cavalli, Coppi (4), Quinati (4), Radi (1), Sbardellati (6), Costanzo (1), Bacci (4), Biagioni (4), Del Giudice (3), Turco, Peronaci, Sclano.

Più informazioni su

Commenti