Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Testo unico del vino, approvato con troppo ritardo. Moris: «ora vigileremo»

Più informazioni su

GROSSETO – “Fino ad oggi per fare una bottiglia di vino un produttore doveva rispondere a oltre 60 adempimenti e ad oltre 15 enti diversi che controllavano il sistema vitivinicolo, un orpello burocratico pesantissimo. D’ora in poi speriamo, pur con un notevole e colpevole ritardo, di essere arrivati ad avere uno strumento che porta semplificazioni all’intero comparto del vino che ha sempre meritato un’ attenzione diversa.”

E’ questo il commento del presidente della sezione Vitivinicola di Confagricoltura Grosseto, Ranieri Luigi Moris al testo unico sul vino, divenuto legge, la prima del genere in Europa. Secondo la nuova normativa sarebbe semplificata e migliorata l’efficienza del sistema dei controlli, come pure una robusta rivisitazione del sistema sanzionatorio (con l’introduzione per la prima volta della diffida e del ravvedimento operoso), l’istituzione di un registro unico dei controlli e l’introduzione di ulteriori strumenti di tracciabilità del vino, con sistemi telematici di controllo.

“Questo è un ottimo elemento di partenza – commenta il presidente della Sezione Vitivinicola di Confagricoltura Grosseto, Ranieri Luigi Moris – nel processo di collaborazione tra le imprese e gli organi di controllo ma il dubbio è che la legge quadro debba essere completata da una serie di decreti attuativi che alimentino ulteriore burocrazia. Pertanto osserveremo e vigileremo il lavoro sui regolamenti attuativi che andranno a normare nei dettagli temi importantissimi come i piani di controllo dei vini a Denominazione d’Origine e Indicazione Geografica, l’etichettatura, la gestione dei contrassegni di Stato, senza dimenticare i Consorzi di Tutela.” Moris, auspica che la filiera adesso sia il più possibile compatta nella fase di confronto con il Ministero perché la stesura dei regolamenti attuativi rappresenta un percorso strategico al pari della norme generali.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.