Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Imbrattato il monumento ai caduto di Nassiriya Gioventù Nazionale «Pena esemplare»

FOLLONICA – «Tra poco tempo, anche i caduti di Nassiryia, avranno un luogo intitolato alla loro memoria con tanto di monumento. Con ansia stiamo aspettando di partecipare all’inaugurazione della piazza e del monumento, ma c’è chi, a quel monumento, ha fatto una visita, non proprio piacevole, prima che potesse essere inaugurato». Giacomo Mugnaini e Danilo Baietti, di Gioventù nazionale, intervengono in merito agli atti vandalici messi a segno ai danni del monumento ai cadutoi di Nassiriya.

«Infatti, nella nottata di venerdì, dei vandali hanno imbrattato il monumento posto nell’ormai ex parcheggio di Via Apuania – proseguono i due portavoce -. Come Gioventù Nazionale, avevamo presentato tramite il capogruppo di Fratelli d’Italia, Agostino Ottaviani che ci rappresenta in Consiglio comunale, una mozione che avrebbe portato alla intitolazione di tale piazza ai militari caduti nel 2003. Non possiamo astenerci nel dire la nostra, pertanto chiediamo all’amministrazione di trovare i responsabile di tale atto, offensivo e vigliacco verso dei caduti per la Patria. Ci interroghiamo inoltre sul fatto che le telecamere poste a perimetro della piazza abbiano funzionato e abbiano catturato i fotogrammi dei responsabili».

«I caduti devono avere rispetto, e come loro hanno sottoscritto un patto tacito di difesa all’intera popolazione, noi dobbiamo garantire il rispetto ed il cordoglio verso la loro memoria, difendendo chi da caduto, non può più difendersi da attacchi vili e codardi come quello dell’altra notte. Chiediamo dunque una pena esemplare per chiunque imbratti proprietà private e comunali, e che – concludono Mugnaini e Baietti – l’Amministrazione si costituisca come apri fila nella lotta contro tali atti ignobili».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.