Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Rischio multa a Follonica, il mercato non c’è più, ma i divieti restano. La protesta di Forza Italia

Più informazioni su

FOLLONICA – «Il mercato settimanale è stato trasferito dalla 167 Ovest, ma i segnali di divieto di sosta e di transito restano nelle strade del quartiere. Con il rischio di multa (ingiustificato) per chi il venerdì, dalle 6 alle 16, parcheggia la propria auto nelle strade che prima ospitavano i banchi, oggi spostati al Parco Centrale». A parlare di questa situazione è Sandro Marrini, capogruppo di Forza Italia in consiglio comunale, che parla di “figuraccia” dell’amministrazione e chiede che i cartelli siano rimossi quanto prima.

«Un trasferimento avvenuto a maggio, più di sei mesi fa. Questa è l’ennesima figuraccia della giunta del sindaco Andrea Benini che non fa altro che confermare quanto siano state disattese in questi anni le promesse fatte dal centrosinistra in campagna elettorale: la cura del particolare doveva essere uno dei cavalli di battaglia di questa amministrazione comunale, e invece proprio il particolare viene trascurato, dimenticato, abbandonato. Senza pensare alle conseguenze per i cittadini. “Dallo straordinario all’ordinario”, si leggeva nello slogan del programma elettorale Pd: di straordinario, purtroppo, oggi c’è il rischio di ricevere una multa nel giorno del mercato in un quartiere, la 167 Ovest, in cui il mercato non c’è più».

«Di ordinario restano le gaffe a cui il sindaco Andrea Benini e i suoi assessori ci hanno abituato in questi anni di governo. E’ ovvio che questo episodio non è tra i più gravi, ma certo è che si tratta di un esempio significativo di come questa giunta comunale trascuri alcuni aspetti della vita cittadina, senza vivere da vicino le varie zone e ascoltare la popolazione. Non c’è un contatto costante con la gente, quello di cui i residenti dei singoli rioni avrebbero bisogno. Speriamo che anche in questo caso la nostra segnalazione sia di aiuto ai cittadini e che i divieti vengano rimossi».

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.