Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Mercoledì da campioni: il Sorano metà maremmano e metà laziale che non teme i piani alti fotogallery

SORANO – E’ un mix di energie, buoni propositi, professionalità e gioventù il GS Sorano del presidente Vasco Torti, nel terzetto delle terze nel girone G di Seconda categoria. Un team rifatto in buona parte nell’ultimo calciomercato estivo, con tanti giovani ma soprattutto con undici giocatori, il direttore sportivo e il mister provenienti dal Lazio, per uno scambio di esperienze che si sta rivelando proficuo. Proprio il ds Giulio D’Alessio, romano residente a Marta e pendolare tre volte a settimana per la società soranese, prende volentieri la parola discorrendo di un po’ tutto, a cominciare dal pokerissimo di domenica scorsa. “Venivamo da tre giornate non felici – ha detto – anche a causa di alcuni infortuni ai nostri attaccanti, ma i ragazzi sono stati bravi a reagire all’inizio della crisi vincendo 5-2 contro un’ottima Maglianese, che nella gara precedente aveva battuto la capolista Orbetello. Vengo dal Lazio e questa Seconda mi sembra una Prima categoria importante: campionato di altissimo livello, girone equilibrato. Nessuna se ne andrà in fuga in solitaria e lotteranno fino in fondo per vincere Orbetello, Torrenieri, Sorano e anche Pienza. Il Torrenieri poi è ancora imbattuto in questa stagione, mentre in casa lo è da quasi tre anni, ma in generale qui si rischia di perdere anche contro l’ultima. Aver fatto cinque reti è stato eclatante e non ricapiterà facilmente”.

Arrivato in estate alla società biancoceleste dove già giocava suo figlio, dopo sei anni splendidi al Montefiascone, D’Alessio racconta di un progetto di durata biennale, in cui non si pensa alla promozione diretta ma ai playoff, lavorando bene e facendo crescere i più giovani. “In campo schieriamo sistematicamente cinque Under – ha continuato – a dicembre ci rinforzeremo ma non in un settore in particolare, siamo abbastanza quadrati in ogni reparto. Un nostro pregio è che giochiamo a calcio, siamo molto tecnici e bravi a recuperare palla e andare in ripartenza. Su 18 punti in totale 13 sono stati fatti in casa mentre fuori, incontrando campi più piccoli, dobbiamo ambientarci. Dove migliorare? In tutto: c’è sempre da crescere e lavorare e i risultati non dipendono dai singoli ma dal gruppo. Adesso ci attendono quattro gare non facili contro Aldobrandesca, Pienza, Punta Ala e Invicta Grosseto ma se facciamo bene potremmo chiudere l’anno solare con una posizione migliore”.

Il ds non risparmia lodi e ringraziamenti alla società per l’impegno e la presenza, sempre forti e costanti. “Sia il presidente Torti che la dirigenza fanno grandi sacrifici per questa grande passione per il calcio – ha detto D’Alessio – sono sempre presenti e ci mettono a disposizione tutto il necessario e tutti i confort possibili, compreso un pasto caldo prima di un match in trasferta, per lavorare e giocare al meglio e di questo li ringrazio. E ogni venerdì alla taverna dell’antistadio c’è la cena societaria, cosa molto bella che fa gruppo. Tutto questo mi da l’entusiasmo che serve a questi livelli. Noi siamo dilettanti che lavorano con professionalità. Nel calcio, come nella vita, nulla viene per caso, niente è dovuto. E con tanto impegno stiamo dando grande visibilità a questo paese e a questa società anche nel viterbese, dove siamo seguitissimi”.
Questo l’organigramma del Sorano 2016-2017: il presidente Vasco Torti, il vice presidente Roberto Mancini, il presidente onorario Carlo Fratini, il segretario Davide Renacci, il direttore generale Dino Palla, il direttore sportivo Giulio D’Alessio, i consiglieri Roberto Vittori, Aris Grillo, Roberto Lucentini, Daniele Gabrielli, Giacomo Porri, Alessio Ercolani, Giuliano Fratini, il cassiere Sergio Porri, l’addetto all’impianto sportivo Maurizio Radiconi, l’allenatore Franco Mirto, il preparatore dei portieri Luciano Reali, il fisioterapista Simone Di Serio.

Questa la rosa 2016-2017: i portieri Paolo Catalucci e Leonardo Palla; i difensori Lorenzo Dominici, Giacomo Chiavai, Mattia Papini, Alessandro Pesci, Marco Isidori e Daniele Negro, i centrocampisti Michelangelo Pratesi, Luigi Bacci, Gabriel D’Alessio, Marco D’Alessio e Andrea Emiliani, gli attaccanti Marco Scatena, Juri Buosi, Simone Venanzi, Giovanni Parri e David Nestel.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.