Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Saccardi «Non sottovalutate l’influenza: può essere letale. Vaccinatevi»

FIRENZE – Anche quest’anno, come già aveva fatto l’anno scorso, l’assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi è andata a vaccinarsi contro l’influenza. E nell’occasione ha rinnovato il suo appello a fare la vaccinazione: “L’influenza non va sottovalutata, perché può avere conseguenze gravi, in qualche caso anche letali – ha ricordato l’assessore – Invito quindi tutti gli ultrasessantacinquenni e quanti appartengono alle categorie a rischio a fare la vaccinazione, dal proprio medico di famiglia o negli ambulatori delle Asl. La vaccinazione antinfluenzale è efficace, sicura, e con effetti collaterali scarsissimi. Negli ultimi anni abbiamo registrato un calo di vaccinazioni, per una generale disaffezione nei confronti dei vaccini, e anche per un allarme (rivelatosi poi infondato) legato al ritiro di alcuni lotti di vaccino, due anni fa. Ma proprio a causa di questo calo di vaccinazioni, abbiamo registr ato un’impennata di ricoveri in terapia intensiva e anche un consistente aumento di decessi”.

Dopo aver vaccinato Stefania Saccardi, il dottor Alessio Nastruzzi, segretario regonale della Fimmg (Federazione italiana medici di medicina generale), si è vaccinato a sua volta, invitando tutti i medici e il personale sanitario a fare altrettanto: “Rivolgo un appello a tutto il personale sanitario perché tutti facciano la vaccinazione antinfluenzale, per far salire l’indice di copertura e creare così l’effetto gregge, in grado di proteggere anche quelle persone che non is vaccineranno”.

Meningite

“Purtroppo abbiamo dovuto registrare un altro decesso per meningite – ha aggiunto l’assessore Saccardi – Abbiamo saputo che stanotte una signora di 46 è morta per sepsi da meningococco C. La signora non era vaccinata. E quindi anche per la meningite rinnovo ancora una volta il mio appello a vaccinarsi a quanti rientrano nelle categorie per le quali la vaccinazione è indicata, e gratuita. Io stessa mi sono vaccinata contro il meningococco C l’anno scorso, e voglio ricordare che il vaccino è l’unico strumento per proteggersi. Ricordo che la Regione ha prolungato la campagna straordinaria di vaccinazione contro il meningococco C fino al 31 marzo 2017″.

I dati aggiornati sulla meningite

Dall’inizio del 2015 ad oggi, in Toscana sono 57 i casi di meningite da meningococco C: 31 nel 2015, 26 nel 2016.

Nel 2015, i casi di meningite notificati sono stati complessivamente 38: 31 da meningococco C, 6 B, 1 W, 1 non noto.

Nel 2016, ad oggi i casi notificati sono 35: 26 di ceppo C, 6 B, 1 W, 1 X, 1 non tipizzabile.

Nel 2015 sono decedute 7 persone: 6 che avevano contratto il ceppo C e 1 per il ceppo B.

Nel 2016 sono decedute 6 persone, tutte per il ceppo C.

Dall’inizio della campagna vaccinale straordinaria (fine aprile 2015) al 31 ottobre 2016, sono state somministrate in totale 717.457 vaccinazioni: 194.958 nella fascia di età 11-20 anni; 326.643 nella fascia 20-45; 195.856 dai 45 anni in su.

Al 31 ottobre, risulta che abbia aderito il 77% dei pediatri di famiglia e l’85% dei medici di medicina generale.

Per quanto riguarda i nuovi nati (che non rientrano nella campagna straordinaria di vaccinazione), a 24 mesi di età (quindi nati nel 2013) risulta una copertura del 91%.

Tutte le informazioni sulla Campagna di vaccinazione antinfluenzale.

Tutte le informazioni sulla Campagna contro il meningococco C

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.