Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Nuova legge sul turismo, parla Luciano Bianchi, presidente Fimaa Confcommercio: “Pronti ad accettare la sfida”

Gli agenti immobiliari associati Fimaa hanno preparato un documento contenente osservazioni e proposte sul nuovo Testo Unico da inviare alla Regione Toscana

Più informazioni su

GROSSETO – “Comprendiamo la necessità di una regolamentazione più chiara del settore turistico, dei comparti e delle varie anime che attualmente lo compongono. Pur rimanendo scettici su alcuni punti della nuova legge, la nostra associazione intende accettare la sfida ed accogliere il cambiamento come un’opportunità per valorizzare la professionalità ed i servizi offerti dalla categoria e porsi come punto di riferimento dell’utenza tutta, proprietari e affittuari”.

Luciano Bianchi, presidente di Fimaa (Federazione Italiana Mediatori Agenti d’Affari) Confcommercio Grosseto, si è espresso così di fronte ad un nutrito pubblico di agenti immobiliari, riunito nelle aule dell’associazione, in via Tevere.

Al centro dell’incontro, è stato proprio il nuovo Testo Unico sul turismo, che ha già avuto il via libera della Giunta e che sarà sottoposto al Consiglio per l’approvazione, con tutta probabilità, entro il prossimo dicembre. Ad illustrare le novità che potrebbero essere introdotte, è intervenuto Emanuele Scali, referente area Turismo e Lavoro di Confcommercio Toscana, oltre al direttore di Confcommercio Grosseto Gabriella Orlando e alla responsabile delle categorie Elisabetta Pasquinucci.

Come spiegato dallo stesso Scali, al momento la norma, se non sarà riscritta, prevede la possibilità, da parte dei privati cittadini che affittano le loro case ai turisti, di affidare la gestione degli adempimenti amministrativi, come il versamento della tassa di soggiorno, o eventualmente anche la gestione economica delle locazioni, a mediatori professionali, quali ad esempio gli agenti immobiliari oppure le agenzie di viaggio.

“Siamo pronti a dare un aiuto – continua Bianchi – e ad accettare questa legge che ci impone nuovi oneri e nuovi obblighi, a patto che la nostra categoria sia debitamente rivalutata e tutelata, nel senso che, come prescrive la legge, ci aspettiamo che l’attività di mediazione non possa essere effettuata da chi non ne ha né i titoli, né i requisiti per farlo, causando così grave danno non solo alla categoria ma anche e soprattutto all’utenza. Comprendiamo la necessità di far emergere un sommerso che esiste nella locazione turistica e che grazie alla gestione effettuata per mezzo delle agenzie immobiliari viene attenuato e vogliamo contribuire ad arrivare ad una gestione razionale della risorsa turistica che vada realmente a beneficio di tutti, e in particolare del nostro territorio”.

In sintesi, questa è anche la linea delle osservazioni e delle proposte raccolte in un documento stilato dagli associati Fimaa Confcommercio Grosseto che l’associazione farà pervenire, quanto prima, alla Regione Toscana, in vista dell’approvazione del suddetto Testo Unico, rispondendo così all’appello lanciato dal direttore provinciale di Confcommercio Grosseto Gabriella Orlando.

“Vi invito a non essere mai passivi di fronte alle direttive che provengono ‘dall’alto’ – ha detto il direttore in apertura dell’incontro dedicato agli agenti immobiliari – La nostra associazione ha un peso, e vi assicuro che le nostre istanze possono essere davvero incisive e determinanti. E’ questa la forza del fare squadra”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.