Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

«La scuola non è sicura». Buco nel soffitto, fuori gli studenti. Si accende la protesta in piazza fotogallery video

Più informazioni su

GROSSETO – Studenti in piazza per protestare e denunciare i problemi della loro scuola. Stamattina i ragazzi dell’istituto alberghiero Leopoldo II di Lorena, che ha sede nell’edificio di via Meda a Grosseto, hanno manifestato il loro dissenso in piazza Dante di fronte al palazzo della Provincia.

Protesta studenti alberghiero

Motivo della protesta, secondo gli studenti, le condizioni in cui versa la scuola. «Stamattina – ci hanno detto i ragazzi – nel corridoio della scuola, non lontano dalla zona dove si trovano i distributori automatici si è aperto un buco nel soffitto».

Una situazione che ha allarmato i ragazzi che poi hanno deciso di lasciare la scuola e di scendere in piazza per manifestare. Una volta arrivati di fronte a Palazzo Aldobrandeschi, hanno chiesto di poter incontrare il direttore generale della Provincia, Emilio Ubaldino, che poco dopo ha ricevuto nel suo ufficio una delegazione di ragazzi.

«Se la situazione non cambierà – hanno spiegato – anche domani non andremo a scuola. Non ci sentiamo sicuri e chiediamo che al più presto si siano interventi per sistemare le cose che non vanno».

Nell’edifico di vi Meda ci sono diverse classi, una ventina, e gli studenti che stamattina hanno manifestato di fronte alla scuola sono stati circa 200.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.