Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Fiume e mare, cinquanta istruttori in Maremma per il workshop

GROSSETO – Terminata la tre giorni di workshop nazionale organizzato dall’area acquaviva Uisp. Una bella e efficace occasione per fare sinergia tra discipline sportive legate all’elemento acqua (canoa canadese, kayak fluviale e marino, surf e sup) e approfondire le tematiche relative alla conservazione dell’ambiente e della promozione dello sport per tutti.

Ospiti del Centro nazionale di Legambiente all’Enaoli, i 50 tecnici istruttori delle varie discipline al termine dei vari momenti formativi per l’aggiornamento delle tecniche, hanno redatto un calendario nazionale di iniziative per la promozione degli sport d’acquaviva. Nel bellissimo contesto del Parco Regionale della Maremma, tra la spiaggia di Marina di Alberese e il tratto a monte del Fiume Ombrone, i tecnici hanno sperimentato nuove manovre e testato nuove attrezzature come nel caso del comparto surf-sup per il quale l’azienda Rrd ha fornito tavole e pagaie.

Particolarmente significativa la parte in aula, con le lezioni tenute da Gian Piero Russo, coordinatore nazionale acquaviva Uisp, Massimo Davi, formatore nazionale Uisp. Ai lavori ha partecipato anche Angelo Gentili, segreteria nazionale di Legambiente, che ha ricordato la stretta collaborazione tra l’associazione ecologista e il comitato provinciale Uisp.

E’ stata un’occasione importante, per l’associazione Terramare del presidente Maurizio Zaccherotti, che è anche responsabile provinciale area acquaviva Uisp, di rilanciare il progetto del contratto di fiume, per fare in modo che finalmente l’Ombrone possa essere vissuto in sicurezza, in tutta la sua bellezza.

Si prospetta perciò un 2017 ricco di eventi e manifestazioni a livello nazionale per la promozione dei corsi d’acqua e dei litorali, partendo dal 2 aprile 2017, quando tornerà Vivifiume Ombrone, un evento aperto a tutti i praticanti sportivi per la promozione del fiume e per la valorizzazione del territorio attraverso la canoa, il sup, il kayak, il trekking, il ciclismo e l’equitazione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.