Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alla scoperta della grotta di Punta degli Stretti

Più informazioni su

ARGENTARIO – Domenica 13 novembre il Gruppo Speleologico Maremmano della Sezione di Grosseto del Club Alpino Italiano, organizza una gita alla grotta di Punta degli Stretti.

Situata nel promontorio dell’Argentario, sulla strada che da Orbetello conduce a Porto Santo Stefano, la cavità, fra le maggiori per estensione tra quelle della Maremma e fra le più interessanti dell’Italia Centrale, si sviluppa orizzontalmente nei calcari per circa 930 metri, a una quota di cinque metri sul livello del mare e con un dislivello minimo di soli tre metri.

La sua scoperta risale al 1841, durante gli scavi per la costruzione della linea ferroviaria destinata al trasporto dei minerali a Porto Santo Stefano, tuttavia lo studio del sistema ipogeo iniziò solo nel 1928 quando furono scoperti al suo interno anche resti di ossa ed utensili in pietra risalenti al Paleolitico.

Percorrendola si incontrano tre laghetti, piccoli canyon dal fondo allagato, ricchissimi addobbi stalattitici e stalagmitici che si alternano a maestose colonne e diafani panneggi di pietra, con una temperatura interna che, durante tutto l’anno, si mantiene costantemente intorno ai 16 gradi.

Ricca anche di fauna ipogea, vale la pena ricordare le immancabili colonie di pipistrelli, numerosi insetti come il dolicopoda (specie di cavallette adattatesi alla vita sotterranea), alcuni molluschi ed anfibi endemici ed una rara specie di anguilla cieca.

La grotta non presenta particolari problemi di percorrenza, essendo orizzontale ed alternando, come accennato, belle sale concrezionate a piccoli laghetti da attraversare in canotto.

Ai partecipanti si richiede soltanto una certa autonomia nel movimento in ambienti un po’ scomodi ed un pizzico di spirito di avventura.

Le poche fatiche saranno ripagate dalla vista di un piccolo e bellissimo tesoro naturalistico, sconosciuto ai più.

Il Gsm Il Gruppo Speleologico Maremmano fornirà, a tutti i partecipanti, le necessarie dotazioni tecniche – caschetti, luci, ecc. – e la opportuna copertura assicurativa.

Per ovvi motivi di sicurezza e di salvaguardia dell’ambiente sotterraneo, i posti sono limitati.

Gli interessati a partecipare possono rivolgersi al 340.6218376 (David), oppure mandare una mail all’indirizzo gsmaremmanocai@gmail.com.

Il Gruppo Speleologico Maremmano Cai, è una dinamica realtà culturale che si dedica alla ricerca speleologica principalmente nella Provincia di Grosseto, ma che vanta importanti scoperte nei più prestigiosi contesti nazionali ed internazionali.

Gruppo operativo della Sezione di Grosseto del Club Alpino Italiano, annovera i più esperti speleologi della provincia, titolati istruttori di speleologia della Società Speleologica Italiana nonché del Club Alpino Italiano, membri del Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico, che hanno operato ed operano come soccorritori anche in concomitanza delle più gravi calamità verificatisi in Italia negli ultimi 30 anni.

Contribuiscono poi con la loro esperienza stimati professionisti nell’ambito delle scienze naturali, biologiche e geologiche che provvedono a fornire il necessario supporto scientifico.

Gli interessati possono contattare i membri del Gsm, recandosi presso la sede del gruppo, presso il Club Alpino Italiano in Via Papa Giovanni XXIII al Centro Commerciale di Gorarella a Grosseto, ogni giovedì sera a partire dalle ore 21.30; oppure inviando una mail all’indirizzo gsmaremmanocai@gmail.com.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.