Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Novità per i futuri geometri: addio all’esame di stato, a Grosseto nasce la laurea triennale telematica

GROSSETO – Il 9 settembre 2016 è stata presentata alla Camera dei Deputati la proposta di legge che riforma il percorso di accesso alla professione di geometra.

La proposta di legge è la n. 4030:”Disciplina della professione di geometra e norme per  l’adeguamento delle  disposizioni  concernenti  le  relative competenze  professionali”, reperibile nel sito ufficiale della Camera dei Deputati.

È la prima volta, dopo quasi 90 anni, che si concretizza per i geometri un nuovo percorso e per questo il testo ha subito raccolto l’attenzione di molti parlamentari oltre al consenso positivo da parte di gran parte della categoria. L’obbligo  non  sarà  immediato. Come  spiegato nella relazione introduttiva dalla relatrice, On. Simona Flavia Malpezzi, chi si iscrive all’istituto tecnico entro l’anno scolastico 2017/2018 potrà scegliere se abilitarsi dopo il diploma o se continuare gli studi.

Ad ogni modo, dal 2025 non sarà più possibile sostenere l’esame di stato per l’abilitazione della professione.

Il ddl prevede che per accedere alla professione di geometra sarà obbligatorio il possesso della laurea triennale conseguito dopo uno specifico corso di laurea di natura professionalizzante, cioè contenente  insegnamenti e attività formative in grado di far acquisire le competenze per l’esercizio della libera professione e la padronanza dei metodi scientifici  generali. Il  corso  di  laurea  sarà  abilitante. Questo significa che l’esame finale del  diploma di  laurea sarà equiparato ad un esame di stato di abilitazione. Dopo  averlo sostenuto, i laureati triennali saranno abilitati all’esercizio della professione di geometra.

Alla luce di queste novità, il  14  novembre  2016  per  i  geometri  grossetani sarà  un appuntamento importante: presso la Sala del Consiglio della Provincia di Grosseto, alle ore 11, sarà firmata la convenzione tra il Collegio dei geometri di Grosseto, il Polo Tecnologico “Manetti-Porciatti” e l’Università Telematica Internazionale UNINETTUNO, che consentirà la costituzione a Grosseto del Polo Tecnologico UNINETTUNO per il conseguimento della laurea di geometra.

«Nella realtà provinciale – dichiara la segreteria del Collegio – spesso esclusa dai percorsi formativi post secondari, in particolare nel settore scientifico ingegneristico, rappresenta un’interessante opportunità per i nostri giovani che incontrano difficoltà a frequentare i corsi universitari fuori sede».

Chi vorrà diventare geometra lo potrà fare nella  propria città, seguiti da tutor che potranno essere tra gli altri i professori  dell’Istituto che hanno frequentato per raggiungere la maturità.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.