Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Degrado e sicurezza: il sindaco dice basta e vieta gli alcolici nel centro storico

Più informazioni su

MAGLIANO IN TOSCANA – Niente alcolici nel centro storico di Magliano in Toscana. Il sindaco Diego Cinelli ha emesso un’ordinanza sindacale al riguardo. «L’episodio di estrema gravità che si è verificato la notte tra il 7 e l’8 ottobre – afferma il sindaco – è stato tale da suffragare ulteriormente gli interventi pregressi e da confermare quanto contenuto nei numerosi esposti dei cittadini che lamentano situazioni tali da rendere non vivibili alcune zone del centro storico e zone limitrofe». Scrive Cinelli riferendosi alla rissa che ha coinvolto otto tra stranieri e italiani.

«Nell’area del centro storico e zone limitrofe, servite da numerosi pubblici esercizi di somministrazione di alimenti e bevande nonché da molteplici attività alimentari, numerose persone, in orari serali e notturni, si ritrovano al fine di incontrarsi e trascorrere insieme le serate – si legge nell’ordinanza – tale fenomeno ha, tuttavia, fatto riscontrare forti elementi di criticità concernenti in particolare i profili della tutela acustica, del degrado e della sicurezza e decoro urbano, nonché situazioni di intralcio alla pubblica viabilità e di pericolo per la sicurezza e il decoro urbano; di particolare rilievo appare il fenomeno dell’abbandono, dopo l’uso, di contenitori di bevande in vetro, che spesso finiscono per essere rotti per varie cause e lasciati sparsi al suolo, costituendo un pericolo per i passanti».

«L’abbandono si verifica soprattutto in orario serale e notturno – si legge nell’ordinanza che resterà in vigore sino al 30 aprile 2017 – ed è collegato alla somministrazione o vendita di bevande in contenitori di vetro. L’aggregazione delle persone ha un valore fortemente positivo ma tale valore risulta spesso compromesso dal fenomeno dell’abuso di alcolici con conseguenze penalizzanti non solo per chi abbia abusato di tali sostanze, ma anche per tutti gli altri frequentatori della zona a contatto con gli interessati e per la popolazione residente, poiché solitamente è accompagnato da episodi di inciviltà, che talvolta si associano a condizioni di potenziale ed effettivo pericolo per i fruitori di tali spazi e per le stesse forze dell’ordine deputate ai controlli».

Per tutti questi motivi il sindaco Cinelli ha disposto, nelle ore serali e notturne, il divieto di vendita delle bevande alcoliche. Il divieto riguarderà i titolari o gestori di attività commerciali in sede fissa e di attività commerciali alimentari su aree pubbliche, compresi gli ambulanti itineranti, a cui è fatto divieto di vendere, per asporto o consumo sul posto, o cedere a terzi, a qualsiasi titolo, bevande alcoliche in qualsiasi contenitore dalle ore 22 alle ore 06 del giorno successivo, nonché bevande di qualsiasi specie in contenitori di vetro.

Ai titolari o gestori di circoli o associazioni private con somministrazione di alimenti e bevande ai soci e ai titolari o gestori di attività di somministrazione di alimenti e bevande è fatto divieto di vendere per asporto o cedere a terzi, a qualsiasi titolo, dalle ore 22 alle ore 06 bevande alcoliche, nonché bevande di qualsiasi specie in contenitori di vetro; agli stessi è consentita la somministrazione di bevande alcoliche in contenitori di vetro esclusivamente all’interno dei propri locali fino alle ore 02; negli spazi esterni sia pubblici che di propria pertinenza la somministrazione di tutti i tipi di bevande deve avvenire solo in contenitori di plastica dalle ore 22 alle ore 02.

I trasgressori verranno sanzionati con multe dai 100 ai 500 euro. In caso di recidiva il locale verrà chiuso per tre giorni. L’amministrazione potrà comunque disporre alcune deroghe in caso di particolari manifestazioni.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.