Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alfio Giomi resta il numero uno dell’atletica italiana

Più informazioni su

GROSSETO – Alfio Giomi è stato confermato presidente della Federazione Italiana di Atletica Leggera.

(Foto: www.fidal.it)

La dodicesima assemblea nazionale elettiva, riunita oggi al Palafijlkam di Ostia Lido (Roma), ha rinnovato la fiducia al numero uno in carica dell’atletica italiana con il 61,56% delle preferenze (47.469 voti). Sconfitto l’altro candidato Stefano Mei che si è fermato al 38,14% (29.408 voti). L’election day si conclude con 316 dirigenti di società presenti (che esprimono 50.668 voti) e 407 dirigenti di società rappresentate per delega (26.203 voti), 136 atleti e 155 tecnici, per un totale di 740 società e 77.162 voti (73,76%).

“Amiamo tutti l’atletica – le parole del presidente Giomi subito dopo l’elezione – ora smettiamo di farci del male e lavoriamo insieme per farla crescere. Grazie a Stefano Mei e a tutti i presenti per aver reso questa assemblea così partecipata e costruttiva”.

Sono eletti in Consiglio federale, in ordine di preferenze raccolte: in quota dirigenti Oscar Campari (30.551 voti), Elio De Anna (28.342), Sabrina Fraccaroli (27.376), Vincenzo Parrinello (27.055), Ida Nicolini (25.053), Matteo De Sensi (24.595), Alberto Montanari (24.316); in quota tecnici Liana Calvesi (58 voti); in quota atleti Gerardo Vaiani Lisi (40 voti) e Silvia Salis (39). Quattro consiglieri saranno quindi donne, mentre tre (Fraccaroli, Nicolini, Montanari) provengono dalla lista presentata dal candidato presidente sconfitto.

Per il Collegio dei Revisori dei Conti, confermato alla presidenza Angelo Raffaele Guida. L’Assemblea ha infine conferito al Generale Gianni Gola, già presidente federale dal 1989 al 2004, la carica di presidente onorario.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.