Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ghini dice no al referendum: «Vogliono ridurre le autonomie»

Più informazioni su

GROSSETO – Il Movimento Autonomista Toscano invita a votare no al prossimo referendum costituzionale del 4 dicembre. “Questa riforma riduce le autonomie – scrive il segretario regionale Roberto Ghini – riduce le competenze delle Regioni, interviene anche sulle competenze residue delle Regioni, un potere assoluto del Governo di Roma, con la cosiddetta clausola di supremazia, che consente al Governo, senza giustificazione, di legiferare anche nelle materie che sono di competenza costituzionale delle Regioni”.

“La revisione costituzionale – aggiunge il segretario del Mat – è improntata da un chiaro neocentralismo che, la clausola di supremazia diventerebbe un evidente ipercentralismo statale in nome di un interesse nazionale, di incerta individuazione sulle materie che la riforma stessa ha già pesantemente dimagrito rispetto alla Costituzione vigente.

Il Movimento Autonomista Toscano considera l’ipotesi avanzata dal governo di un sostanziale svuotamento della democrazia, in cui l’eliminazione di una camera, la presenza di soli nominati e il premio di maggioranza ad un solo partito rappresenterebbe la trasformazione dello svuotamento della democrazia in Italia”.

“Invitiamo i toscani a votare no – ribadisce Ghini – a questo tentativo di distruzione della democrazia operato da un Parlamento eletto da una Legge elettorale dichiarata incostituzionale dalla stessa Corte Costituzionale. Consideriamo questo parlamento del tutto illegittimo a legiferare, visto che la legge elettorale con cui è stato eletto è illegale. Pensiamo inoltre che sia da irresponsabili affidarsi a promesse provenienti da un Governo che in più occasioni si è rimangiato la parola data”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.