Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Dal presidente Pincione al tabellone fino ai gol, tutte le immagini di Grosseto-Foligno fotogallery

GROSSETO – Una partita non bellissima ma esaltante il 5-1 con cui il Grosseto supera i sedicesimi di Coppa Italia di serie D a spese del Foligno, oltre che primo successo di mister Sanna allo Zecchini. In tribuna la prima particolarità di un mercoledì tutt’altro che ordinario, ovvero il presidente Max Pincione, ma a bordo campo, fra la curva Sud e la gradinata, ha fatto bella mostra di sé il tabellone elettronico, di nuovo funzionante a segnalare i minuti ed il parziale.

Un inizio volenteroso per i torelli, più volte in attacco ma fermati dalla difesa umbra o dalla bandierina del guardalinee; poi la fiammata di Demartis, a correggere in rete un tiro di un compagno, da distanza ravvicinata. Esultanza al minimo, a causa del gesticolare del guardalinee che contrastava le proteste di un dirigente ospite, poi allontanato dal campo, tanto che i giocatori biancorossi avevano sospettato l’irregolarità del loro 1-0. Invece tutto a posto e Grifone in vantaggio fino al 7′ della ripresa, in cui Filippo Fondi, smarcato in area, trasforma nell’1-1 un assist telecomandato.

Nel frattempo, calpesta il rettangolo verde dello Zecchini Enock Barwuah, fratello del più noto Mario Balotelli e subito reo di un fallo un po’ gratuito su un giocatore maremmano. Qualche momento di stanca ma i torelli continuano a combattere fino a trovare il 2-1 con Del Duca a dieci minuti dalla fine.

Il finale è un assedio, una caccia al gol finalmente a lieto fine e che vede esultare Draghetti con una doppietta micidiale fra l’89’ e il 93′, mentre al 90′ è uno scatenato Lombardi a strappare gli applausi del pubblico.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.