Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Michelini e Perna dominano e conquistano il 40° Trofeo Maremma. La top ten

Più informazioni su

 

FOLLONICA – Vittoria di forza al 40° Trofeo Maremma da parte dei lucchesi Rudy Michelini e Michele Perna, su una Ford Fiesta R5 (nella foto di T.E. Simonelli). La gara organizzata dalla Scuderia Maremma Corse 2.0, confortata da ben 110 iscritti, superando ampiamente il tetto dello scorso anno e confermandosi una delle più partecipate a livello regionale, si è rivelata tanto avvincente sotto il profilo sportivo quanto qualificata come indicazioni tecniche.

Valido per il Campionato Regionale Aci Sport, il Trofeo Maremma (partito sabato sera con tre tratti cronometrati) si é rivelato un dominio, da parte di Michelini, già vincitore nel 2012, il quale ha preso il comando già dalla prima prova speciale, per poi non lasciarlo più sino allo sventolare della bandiera a scacchi in centro a Follonica.

“Venivamo da un periodo sfortunato – ha commentato Michelini sul palco di arrivo – questa vittoria ci rinfranca decisamente. Abbiamo avviato la gara con cautela per poi cercare qualche affondo e stando a vedere anche le reazioni degli avversari. Non abbiamo avuto alcun problema, una bella vittoria contro dei competitor di alto livello in una gara molto, ma molto bella, disegnata bene e organizzata alla perfezione”

Ci ha provato, ad insidiarlo, il pisano Carlo Alberto Senigagliesi (Peugeot 208 T16 R5), in coppia con Morganti, che sulle prime ha provato ha prendere il comando, per poi cedere il passo all’altro, autore di un attacco deciso nei primi due giri di oggi, sui quali è caduta anche qualche goccia di pioggia, che ha scombinato i piani di battaglia di molti.

Alla fine Senigagliesi ha saputo chiudere con la medaglia d’argento, tenendosi dietro l’attesissimo locale Alessio Santini, in coppia con Susanna Mazzetti, anche loro su una Ford Fiesta R5. Vincitore dell’edizione 2015 del “Maremma”, Santini non ha potuto tentare l’ambo di allori per aver perso tempo prezioso sulla quinta prova, il primo passaggio della “Montieri”, per una “toccata” sull’anteriore con la quale ha perso circa 30″.

Dopo aver lasciato ogni speranza di vittoria, Santini ha dovuto darci dentro per rintuzzare gli attacchi di Matteo Ricaldone, con Vincenti alle note, su una Fiesta R5 pure loro. Alla fine ha avuto la meglio Santini, autore di una notevole progressione finale, mentre per Ricaldone, driver di origini alessandrine, rimane la soddisfazione di aver disputato una gara sempre di vertice, al debutto con la vettura “dell’ovale blu”.

In quinta posizione ha finito un altro degli agguerriti e ben forniti equipaggi follonichesi, Forieri/Lupi, alla loro seconda gara con una Peugeot 207 S2000. Dopo un avvio guardingo, soprattutto per prendere di nuovo le misure con la vettura “del leone” usata a giugno in Valdicecina, la coppia ha saputo rimanere ben in scia dei migliori con soddisfazione ed anche con ottimi riscontri cronometrici.

Sesta posizione sotto la bandiera a scacchi per il pratese Bernardo Bettarini (al debutto con una Ford Fiesta R5), coadiuvato da Bernardi, davanti a Tucci/Micalizzi, primi anche delle “due ruote motrici”, all’ennesima prestazione di spessore con una Renault Clio S1600.

La triade che completa la top ten assoluta è stata composta da Ciuffi/Innocenti (Peugeot 208 R2), ottavi ed autori di una gara pregevole, Pinelli/Alicervi (noni con la Renault Clio R3) e decimi gli altri acclamatissimi locali Tozzini/Faucci con una Renault Twingo R2.

Tra i ritiri eccellenti, quelli repentini di Lucchesi (Renault Clio S1600, per problemi di alimentazione) e di Iacomini (Subaru Impreza Gr. R) ed anche del rientrante Cecchettini, uscito di scena nel finale, quando “vedeva” un eccellente ottavo posto assoluto.

Tra le vetture storiche, per la prima volta in Maremma con un rally tutto dedicato a loro, vittoria per l’Opel Kadett GT/E del senese Duccio Centini, in coppia con Salerno, passati al comando dalla quarta prova speciale, sopravanzando Barsanti/Pollini, su una Ford Escort RS 2000.

Il Trofeo Sicurmaxi, che giocava qui l’ultimo suo appuntamento, è stato incamerato da Alessio Santini.

Soddisfazione della nuova sponsorizzazione con Syndial (Eni) per il Trofeo Maremma, che da quando è rinato con una nuova organizzazione ha sempre guardato al territorio, proponendosi come veicolo ideale per la promozione e l’immagine dei luoghi ove si svolge. Un volano così importante non poteva non incontrarsi con un’altra realtà determinante per la zona: Syndial (Eni), un’eccellenza italiana, “centro di competenza” nel campo del risanamento ambientale che offre un servizio integrato con tutte le fasi dell’intervento di bonifica, dallo sviluppo del progetto fino all’individuazione di soluzioni sostenibili di recupero e valorizzazione delle aree post -intervento. Una presenza importante sul territorio, diventata main sponsor dell’evento, una joint in grado di dare valore allo sport ed alla Maremma tutta.

Per l’occasione, uno speciale premio Syndial è stato riservato al primo equipaggio interamente grossetano, vinto da Zurri/Gabbricci, con la Renault Clio S1600.

CLASSIFICA FINALE (top ten): 1. Michelini-Perna (Ford Fiesta R5) in 58’31″1; 2. Senigagliesi-Morganti (Peugeot 208 R5) a 54″7; 3. Santini-Mazzetti (Ford Fiesta R5) a 1’31.8; 4. Ricaldone-Beltrame (Ford Fiesta R5) a 1’36″6; 5. Forieri-Lupi (Peugeot 207 S2000) a 2’40″8; 6. Bettarini-Bernardi (Ford Fiesta R5) a 3’08″4; 7. Tucci-Micalizzi (Renault Clio S1600) a 3’53″3; 8. Ciuffi-Innocenti (Peugeot 208) a 4’51.1; 9. Pinelli-Alicervi (Renault Clio R3) a 4’59.1; 10. Tozzini-Faucci (Renault Twingp R2) a 6’18″2.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.