Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Dimissioni Teti, Sel risponde a Galli: «Da due anni è caos nell’amministrazione»

Più informazioni su

MANCIANO – «Andrea Teti ha fatto il suo lavoro. Ha portato a compimento i progetti che ci eravamo prefissi e rimarrà in consiglio comunale per votare ciò che è attinente al programma di mandato». Il coordinamento provinciale di Sel risponde al sindaco di Manciano. Marco Galli che commentava come l’assessore dimissionario Teti avesse partecipato solo alle metà delle sedute della Giunta.

«Dobbiamo dirci la verità e lo stesso sindaco Galli dovrebbe riflettere – prosegue Sel -: quello che è stato fatto in questi anni è stato fatto con grandissime difficoltà e grandi ritardi (e non pensiamo solo al Piano Urbanistico) dovuti soprattutto alla disintegrazione del Partito Democratico, che ricordiamo essere anche il partito del primo cittadino. Le defezioni e le rinunce di numerosi assessori e consiglieri comunali durante questo mandato sono la cartina di tornasole della crisi del PD Mancianese che si è ribaltata purtroppo anche dentro l’amministrazione comunale. Da almeno due anni, a seguito del caos dentro e fuori l’amministrazione, abbiamo chiesto al PD locale se crede ancora nel centrosinistra o se, come ad altri livelli, ha intenzione di abbracciare il centrodestra. Nessuna risposta è arrivata. Non siamo noi quindi a lasciare il progetto politico “Manciano Insieme”, è il progetto che non esiste più. Quest’Amministrazione ha forse i numeri in Consiglio, non più tra la gente. E ciò non è un’aspetto di poco conto per un’Amministrazione che ha vinto per 29 voti di scarto».

«Detto ciò ribadiamo un concetto: non usciamo dal Consiglio comunale anzi costituiremo un gruppo consigliare denominato Sinistra Italiana per Manciano che rispetterà il voto dei cittadini, non abbiamo chiesto le dimissioni di Marco Galli e non vogliamo che il comune di Manciano sia commissariato. Crediamo che più coerenza di così non ci possa venir chiesta rispetto ad uno scenario che, non per colpa nostra, in questi anni è mutato e sta mutando in maniera opposta rispetto al centrosinistra. Sul futuro  – conclude Sel -nessun riposizionamento».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.