Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Dimissioni di Teti, Galli «Ha disertato metà delle giunte. È un tentativo di riposizionamento»

Più informazioni su

MANCIANO – «Sono colpito da questa decisione, Teti ha sempre condiviso il nostro operato». Sono queste le prime parole del sindaco di Manciano, Marco Galli, dopo le dimissioni dell’assessore Andrea Teti.

«Ho appreso con stupore la comunicazione da parte del segretario provinciale di Sinistra Italiana Marco Sabatini, relativa alle dimissioni da assessore di Andrea Teti, quando lo stesso le aveva già presentate in Comune – prosegue Galli -. Correttezza avrebbe voluto che Teti me le avesse preannunciate, cosa che non è successa. In politica tutto può succedere, ma dopo quasi quattro anni e mezzo durante i quali non ci sono state discussioni se non di carattere politico, l’atteggiamento di Teti un po’ mi ha colpito».

 

«Forse le sua mancata comunicazione dipende dal fatto che nella lettera di dimissioni e nel comunicato da lui fatto ci sono considerazioni che il Teti ha fatto deliberatamente senza una verità politica e senza mai esternarle nella Giunta e nei Consigli comunali, dove ha sempre votato tutto e non ha mai fatto obiezioni – afferma Galli -. Ci siamo visti il 10 ottobre scorso per il Consiglio comunale sul piano operativo e da parte di Teti non vi è stata nessuna comunicazione e come sempre è successo, non c’è stato alcun intervento in Consiglio comunale. Mi auguro che nelle prossime sedute ci sia un confronto sulle rispettive posizioni. E’ vero anche che nell’ultimo anno, su 38 riunioni di Giunta ufficiali, l’ex assessore Teti ha partecipato solo a 19 di queste, perché a dir suo, sempre impegnato per problemi di lavoro, ma dire che nella Giunta non c’è chiarezza sul futuro non corrisponde al vero».

«A mio parere, è lo stesso Teti che deve fare chiarezza rispetto al futuro perché è lui che assiduamente ha partecipato alle riunioni del Movimento 5 stelle di Manciano e ad altre riunioni politiche sicuramente non vicine alla Giunta di cui lui faceva parte – continua Galli -. Credo che questo sia più un tentativo di riposizionamento politico per il futuro che altro, in politica quasi tutto è legittimo ma quando si fanno certe scelte bisogna avere anche il coraggio di dare le giuste motivazioni. Mi sento comunque in dovere di ringraziare il Teti per il lavoro fatto in questi anni insieme, ricordando a lui e al suo partito che quando si è in una squadra i risultati sia positivi che negativi sono di tutti e non del singolo. Concludo dicendo che fino a che avrò i numeri in Consiglio comunale lavorerò per cercare di rispettare gli impegni presi in campagna elettorale».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.