Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tra Germania e Isola d’Elba, sempre più Iroman gli atleti del Triathlon Grosseto

GROSSETO – Aumenta, anno dopo anno, il numero degli atleti in forza al Triathlon Grosseto Asd che si laureano Ironman. L’atleta che conclude una gara di triathlon su distanza Ironman percorrendo 3.8K a nuoto, 180K in bicicletta e 42K a corsa richiede non solo uno sforzo notevole al proprio fisico nell’arco della giornata di gara ma, alle spalle, ha mesi e mesi di duro allenamento. La maturità agonistica e la consapevolezza delle proprie capacità di endurance, fanno sì che un’atleta decida di allenarsi per partecipare alla gara più massacrante che esista.

La stagione agonistica appena terminata ha visto cimentarsi sulla distanza regina della triplice disciplina molti atleti portacolori del Triathlon Grosseto Asd che hanno con orgoglio rappresentato la società e la Maremma in Italia ed Europa. Il resoconto dei risultati ottenuti inizia dai primi giorni di estate , esattamente il 25 giugno, quando Paolo Tontoranelli dopo 17 ore e Lido Feri dopo 19, hanno portato a termine la massacrante gara Swissman Extreme Triathlon. Il giorno dopo, ma in terra austriaca Riccardo Casini, esordiente sulla distanza regina, concludeva l’IM Klagenfurt in appena 10h02’ e Dario Rosini in 11h05’. Il 28 agosto l’Ironman Vichy ha ospitato altri 3 esordienti della compagine grossetana: Stefano Senesi , Giuseppe Todde e Giovanni Polidori dove hanno affrontato i flutti de L’Allier. Stefano Senesi, Titan per i compagni, portava a termine la sua prima esperienza in 11h06’. A seguire Giuseppe Todde in 13h17’ e Giovanni Polidori in 13h27’. Una menzione speciale per Andrea Zini anche lui finisher a Vichy: un’Istituzione del Triathlon Grossetano.

Nell’ ultima domenica di settembre un altro esordiente si laureava Finisher nell’Elbaman, gara sulla canonica distanza Ironman: Paolo Merlini esordiente, ed il veterano Guido Petrucci, portavano a termine la difficilissima gara disputata a Marina di Campo rispettivamente in 12h22’ e 13h26’. Il fine settimana successivo, ma in terra Catalana, Enrico Marcucci e Dario Rosini, al suo secondo Ironman stagionale, gareggiavano nell’IM Barcellona. Entrambi disputavano una gara pazzesca in termini cronometrici concludendo la performance in 10h02’ Enrico, ed in 10h36’ Dario. Complimenti e orgoglio dalla dirigenza e dal tecnico Mauro Sellari a tutti gli atleti maremmani che hanno conquistato con grinta il titolo di Finisher.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.