Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Mercoledì da campioni: Monterotondo festeggia i cinquant’anni con tanti giovani di talento

MONTEROTONDO MARITTIMO – Cinquant’anni e portarli benissimo, vivendoli con impegno, sportività e voglia di fare del proprio meglio. E’ la filosofia dell’USD Monterotondo, prima realtà calcistica dell’omonimo paese, che proprio quest’anno festeggia mezzo secolo di tiri al pallone quasi sempre giocati in Prima categoria e ultimamente nel girone D, come unica maremmana fra avversarie pisane e livornesi. Più che positivo l’avvio di stagione dei rossoverdi, in Coppa Toscana eliminati al primo turno ma imbattuti con un successo e un pareggio (fatale la differenza reti) e in campionato nel gruppetto delle quarte, con alle spalle un pareggio contro la battistrada Real Vinci e un’ultima vittoria fuori casa.

“Finora abbiamo fatto abbastanza bene – ha detto il vicepresidente Graziano Niccolini, da quattro anni nella società dopo esserne stato consigliere in passato – l’unica partita che abbiamo perso è stata contro una squadra quotata. Quest’estate abbiamo preso tre giocatori buoni e di esperienza e anche sette ragazzi fra il ’96 e il ’98, tutti molto seri, che lavorano bene e vengono sempre agli allenamenti. Di ventidue giocatori quasi la metà sono del paese, gli altri invece dalla provincia di Livorno. Vengono a giocare qui anche da fuori perchè ci conoscono e sanno che da noi si sta bene. Abbiamo proprio un bel gruppo”. Risale a questa primavera il primo ingaggio dei marittimi: l’allenatore Nicola Ballerini, a prendere il posto di Massimo Cavaglioni di cui era stato anche il vice.

“Abbiamo chiuso una fase salutando il mister Cavaglioni – ha continuato Niccolini – con cui ci conosciamo da quando eravamo ragazzi, ma ci abbiamo mantenuto ottimi rapporti. E prima ancora abbiamo avuto Claudio Ballerini, fratello di Nicola. Entrambi hanno vestito la nostra maglia prima come giocatori e poi come tecnici. Diciamo che ci affidiamo molto alle conoscenze”. Nelle vesti di braccio destro del nuovo coach c’è Massimo Serini, che ricopre anche il ruolo di direttore sportivo, anche lui con un fratello allenatore: Stefano, timoniere della cugina Real Monterotondo, neoiscritta in Terza. Interessanti ma non isterici gli obiettivi di campionato: Niccolini non pensa alla promozione diretta e non sembra preoccupato della salvezza. “Non abbiamo grandi pretese – ha concluso – L’anno scorso abbiamo chiuso un po’ in basso come piazzamento, mentre gli altri anni siamo stati sempre nella metà superiore della graduatoria. Cercheremo di avvicinarci ai playoff, ma l’importante è scendere in campo e fare del nostro meglio. I ragazzi si devono soprattutto divertire e continuare a venire qui volentieri”.

 

Questa la dirigenza 2016-2017 dell’USD Monterotondo: il presidente Alberto Stanghellini, il vice presidente Graziano Niccolini, il direttore sportivo Massimo Serini, il segretario Marco Noferini, la cassiera Gioietta Paradisi, la segretaria Caterina Stanghellini, i consiglieri Franco Porcu, Tommaso Niccolini, Francesca Travison e Luigi Bugelli. Il reparto tecnico comprende l’allenatore Nicola Ballerini, il vice allenatore Massimo Serini, il preparatore atletico Valerio Chimenti, il preparatore dei portieri Massimo Vinciarelli e il massaggiatore Nedo Bucci.

Questa la rosa: i portieri Matteo Bugelli e Mattia Dini (classe 1997); i difensori Jacopo Castellani, Marco Berti (1995), Graziano Ciaravolo, Alessio Lorenzini, Tommaso Gragnani (1996), Gerardo Poggianti (1995), Alessandro Romeo, Niccolò Mangini (1996) e Gabriel Bucci (1999); i centrocampisti Alessio Boni (1997), Filippo Ladu (1998), Charles Ferretti, Nicolò Pacini (1995), Joshna Vezzi e Alessandro Nardi (1998); gli attaccanti Lorenzo Flori (1995), Luca Brondi (1996), Simone Fedeli (1999), Francesco Martelloni e Athos Ferretti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.