Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Prove di fusione: a Gavorrano si apre il dibattito tra i Comuni. Sindaci a confronto

Più informazioni su

GAVORRANO – Sindaci e amministratori delle Colline Metallifere si confronteranno a Gavorrano sul tema della gestioni associate, delle esperienze già in campo di collaborazione tra enti locali, ma sopratutto sulla prospettiva delle fusioni di comuni.

L’iniziativa è promossa dal Comune di Gavorrano in collaborazione con l’Anci e si chiama “Insieme si può”. Si tratta di un primo momento di discussione aperta al pubblico dopo le ipotesi avanzate anche negli scorsi mesi di possibili fusioni tra i Comuni delle Colline metallifere. Da tempo infatti il tema delle fusioni è presente nell’agenda dei comuni maremmani. Non a caso l’incontro viene ospitato a Gavorrano, Comune che, insieme a Scarlino, ha avviato ormai da anni la gestione associata di alcune funzioni e dove non si è mai negato la possibilità di poter fondere il Comune proprio con gli storici “cugini” di Scarlino.

All’incontro saranno presenti oltre al sindaco di Gavorrano che aprirà i lavori anche altri amministratori del territorio. Sono previsti gli interventi di Carlo Paolini, consulente Anci Toscana, che parlerà della “forme associative volontarie e processi di istituzione del comune unico dal punto di vista dell’inquadramento giuridico, e di Simone Gheri, direttore Anci Toscana, che affronterà il tema delle fusioni di comuni in Toscana e delle opportunità per il territorio.

Le conclusioni saranno affidate a Leonardo Marras, consigliere regionale e capogruppo Pd in consiglio regionale.

L’appuntamento è per lunedì 17 ottobre alle 15 nella sala congressi della Porta del Parco di Gavorrano in località Bagnetti dove ha sede il Parco delle Colline Metallifere.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.