Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sale da gioco e slot machine, il sindaco dice basta: si potrà giocare solo di pomeriggio

GROSSETO – Il sindaco ha emanato un’ordinanza mirata a disciplinare gli orari di apertura delle sale da gioco e il funzionamento degli apparecchi con vincita in denaro. Nello specifico, il provvedimento punta a contenere il proliferare di un fenomeno, quello legato alle cosiddette macchinette mangiasoldi, che sta assumendo contorni sempre più preoccupanti.

“Sono convinto – spiega il sindaco, Antonfrancesco Vivarelli Colonna – sia doveroso porre un freno a questo genere di pratica. Credo nella buona educazione, tanto che affronteremo il rischio ludopatie anche nelle scuole. Così come proseguirà il lavoro avviato con i principali attori del settore sociale”.

La ludopatia è stata riconosciuta dall’Oms come patologia, una piaga che negli ultimi anni ha visto un aumento vertiginoso dei casi. Una realtà che causa comportamenti tali da compromettere la salute e la condizione sociale del singolo individuo e della sua famiglia.

“Si tratta – spiega l’assessore al Commercio, Riccardo Ginanneschi – di un primo significativo passo verso una maggiore sensibilizzazione su un fronte che ci deve vedere parte attiva. Siamo consapevoli che esistano numerosi problemi legati a questo genere di disposizione, ma il Comune ha il dovere d’indicare una strada che è quella della salute e del benessere dei propri cittadini. Un percorso che passa anche da un secco no a certe abitudini che possono divenire pericolose dipendenze”.

Relazioni dell’Asl 9 evidenziano che, soprattutto nei giovani, la scelta della tipologia dei giochi dipende fortemente dalla facilità o meno di potervi accedere: è dunque evidente la necessità d’introdurre ogni misura che possa ridurre l’accessibilità a questi apparecchi.

“L’impegno del Comune è verso la prevenzione e una corretta informazione dei pericoli – spiega Mirella Milli, assessore alle Poliche sociali -. Con questo atto si dà anche inizio ad un opera di sensibilizzazione che è supportata dalla presenza di un tavolo di lavoro permanente con Asl, Coeso, Caritas, Vallerotana ed altri soggetti attivi anche per il recupero, cura e prevenzione di coloro che sono affetti dalla sindrome del gioco d’azzardo patologico, un fenomeno che sta assumendo purtroppo una dimensione enorme anche nella nostra comunità”

I nuovi orari imposti dall’ordinanza saranno così suddivisi.

Sale giochi autorizzate: dalle 14 alle 22 tutti i giorni, festivi compresi, dal 15/5 al 15/9 dalle 14 alle 24.

Orario di funzionamento degli apparecchi con vincita in denaro presenti in altri esercizi autorizzati (tipo bar, ristoranti, alberghi, tabacchi, sale bingo e videolottery): dalle 16 alle 20 tutti i giorni, festivi compresi.

Per le agenzie di scommesse l’orario sarà dalle 11 alle 24.

Le sale biliardo e bowling avranno invece a loro disposizione l’orario 9-1,30 con la possibilità di arrivare alle 2 di notte nel caso di festivi e prefestivi.

In caso di mancato rispetto dell’ordinanza le sanzioni, amministrative, andranno da 25 a 500 euro.

L’atto sarà eseguibile dal 17 ottobre.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.