Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Grosseto guarda Bruxelles e Vivarelli Colonna apre l’ufficio Europa: «Vogliamo più soldi»

Più informazioni su

GROSSETO – Si chiama Ufficio Europa il progetto tra i punti cardine del nuovo mandato amministrativo che ha iniziato a prendere forma con una delibera di Giunta  approvata la scorsa settimana.
Non un semplice sportello sull’Unione europea, ma un Unità di progetto che vede interessati tutti i settori del Comune sotto l’egida del segretario generale Angelo Ruggiero.

“L’impegno preso in campagna elettorale sul tema del lavoro era chiaro e al netto delle scarse competenze dirette attribuite agli Enti locali in questo campo – dice il sindaco, Antonfrancesco Vivarelli Colonna – il primo passo in questa direzione, tanto delicato quanto strategico, era creare una struttura che potesse intercettare i fondi, vari e complessi, messi a disposizione dell’Unione europea per progettualità che interessano il territorio. Così facendo non solo si risponde a diverse esigenze e servizi per i cittadini, ma allo stesso tempo si mettono in moto energie da spendere a favore dell’economia locale e dell’indotto”.

L’Ufficio Europa sarà composto da tutti i dirigenti dell’Ente coordinati dal segretario generale e potrà avvalersi di una stuttura già collaudata con personale professionalmente qualificato ed esperto, già operativo.
Sarà compito di questo gruppo di lavoro anzitutto informare e formare gli uffici sulle modalità e sui percorsi da intraprendere per elaborare progetti, destinatari di possibili finanziamenti europei. Nella fase successiva l’Ufficio Europa potrà dare una prima valutazione basata su precisi criteri e requisiti per intercettare i giusti canali per accedere quindi ai fondi comunitari.

“La materia dei finanziamenti europei è sempre più complessa – spiega l’assessore all’Europa, Riccardo Ginanneschi – per questo abbiamo ritenuto opportuno creare un’Unità di progetto di vertice che interessi trasversalmente tutta la macchina amministrativa. Molti infatti sono gli ambiti dai quali poter attingere per progetti che possono interessare anche il Comune. Di nuovo rispetto al passato c’è un obiettivo, più ambizioso, che è quello di intercettare non solo fondi indiretti, quelli cioè che passano attraverso lo Stato e la Regione, ma di accedere anche ai fondi europei a gestione diretta andandoli a cercare, quindi a richiedere, alla fonte. Per questo è stato necessario potenziare la struttura e dare un taglio di ampio respiro che permetta di avere una panoramica completa e sempre aggiornata dei bisogni dell’Ente. È importante che si conoscano e si condividano all’interno dell’Ente le necessità dei vari settori; è importante per gli organi dirigenziali per impostare al meglio il lavoro ed è importante anche per chi dovrà fare scelte politiche precise”.

Il nuovo servizio sarà anche rivolto alla cittadinanza per la diffusione delle notizie sulle principali iniziative e azioni promosse dall’Unione europea che possono interessare i cittadini, le imprese e tutti gli attori locali. L’ufficio Europa intende promuovere infatti il collegamento con Bruxelles per dare conto dei programmi direttamente gestiti dalla Commissione europea. Rappresenterà quindi una fonte di informazione sia per la struttura comunale sia per l’esterno, rivolgendosi alla cittadinanza, alle associazioni, alle scuole e alle imprese del territorio.

Questa attività sarà svolta in sinergia con Tecla, associazione di enti locali con sede a Bruxelles e a Roma, che da oltre vent’anni ha come propria mission la realizzazione di attività di progettazione a favore dei Comuni e delle Province associate, accompagnandoli nell’utilizzo dei finanziamenti offerti dall’Unione europea.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.