Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Container azzurro: si muovono i commarcianti. Ascom: «deve essere spostato»

Più informazioni su

GROSSETO – Sulla questione del container pubblicitario azzurro posizionato all’inizio di corso Carducci che sta scatenando tante proteste ed un grande dibattito sui social network, interviene Ascom Confcommercio di Grosseto.

“Siamo rimasti letteralmente sbigottiti di fronte a questa installazione decisamente troppo impattante in pieno centro e ci siamo già mossi per chiedere che venga rimosso, confidando sul senso civico. Faremo il possibile affinché una situazione del genere non si ripeta”.

E’ il direttore di Ascom Confcommercio Gabriella Orlando che parla, e che tiene a precisare: “Di fronte a quel container, non credevamo ai nostri occhi. Abbiamo dunque contattato il Comune che ci ha confermato il rilascio di regolare autorizzazione. Quindi ci siamo rivolti al responsabile sul territorio del Decathlon per sensibilizzarlo e affinché prendesse in considerazione lo spostamento del container in un altro luogo meno impattante. Confidiamo sul senso di responsabilità dell’azienda affinché il nostro suggerimento venga al più presto seguito”.

Questo sarebbe un modo veloce ed efficace per stemperare le polemiche.

“Ad ogni buon conto – continua il direttore di Confcommercio -, siamo in attesa di poter esaminare gli atti autorizzativi ed in particolar modo quelli della Sovrintendenza. Lo facciamo perché riteniamo che sia stato fatto probabilmente un errore nel sottovalutare l’eccessivo impatto della struttura in questione ed anche perché, in queste ore, abbiamo ricevuto in sede le lamentele di decine di commercianti e privati cittadini. Da considerare inoltre che proprio in questi giorni è stato approvato un nuovo regolamento comunale che cambia le regole per l’installazione dei gazebo anche in relazione al loro aspetto. Pertanto, a questo punto, intendiamo formalizzare al Comune di Grosseto la richiesta di rivedere insieme i criteri autorizzativi che riguardano le strutture provvisorie come quella in oggetto”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.