Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Roccastrada: verso il nuovo Piano Operativo e la revisione degli strumenti urbanistici   

Mercoledì 28 settembre, alle 16, incontro pubblico con amministratori e tecnici per fare il punto sul nuovo strumento

Più informazioni su

GROSSETO – Un incontro pubblico per fare il punto sul nuovo Piano Operativo del Comune di Roccastrada, strumento con cui l’amministrazione comunale avvierà la revisione dei propri strumenti urbanistici per uno sviluppo sostenibile del territorio. E’ quello in programma mercoledì 28 settembre, alle ore 16 nella sala del consiglio comunale, alla presenza dei tecnici che stanno lavorando sul nuovo Piano. L’incontro si aprirà con gli interventi di Francesco Limatola e Chiara Mori, rispettivamente, sindaco e vicesindaco con deleghe a urbanistica ed edilizia, ed entrerà nel vivo con i contributi degli architetti Silvia Viviani, che sta curando la progettazione urbanistica del Piano Operativo e la supervisione sulle varianti al Piano Strutturale e Anna Baglioni, funzionario comunale responsabile dell’unità di progetto sulla pianificazione urbanistica.

Un nuovo Piano Operativo per lo sviluppo sostenibile del territorio. “L’incontro con i tecnici che stanno lavorando sul nuovo Piano Operativo per il Comune di Roccastrada – afferma il sindaco, Francesco Limatola – rappresenta una nuova tappa del percorso di partecipazione e coinvolgimento della comunità locale alla base della revisione degli strumenti urbanistici e previsto dalla normativa regionale. Insieme a tutti i cittadini e ai soggetti interessati, faremo il punto sulla redazione del nuovo Piano Operativo avviato nei mesi scorsi puntando su linee guida per noi fondamentali, quali semplificazione burocratica senza vincoli comunali e nel rispetto di quelli sovracomunali, recupero del patrimonio edilizio esistente, tutela, salvaguardia e sviluppo sostenibile. Il nuovo Piano Operativo porterà anche alla definizione degli interventi individuati dal Piano Strutturale, che sarà adottato contestualmente all’avvio del procedimento del piano operativo. A unire ogni azione sarà la volontà di rivedere gli strumenti urbanistici salvaguardando il nostro territorio senza ingessarlo, basandosi su poche e chiare regole e su iter burocratici snelli per cittadini e imprese”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.