Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

M5S, mozioni contro tassa di soggiorno, capitozzature e acqua «50 litri gratis al giorno»

FOLLONICA – «Negli ultimi giorni abbiamo depositato al protocollo del Comune di Follonica tre mozioni, azzeramento dell’imposta di soggiorno, contro la capitozzatura degli alberi e 50 litri di acqua gratuita giornalieri». Sono le mozioni del Movimento 5 Stelle follonichese all’amministrazione.

«Fin dall’inizio del nostro mandato come gruppo politico ci siamo sempre impegnati e interessati affinché beni pubblici essenziali come l’acqua e il verde pubblico fossero il più possibile tutelati e garantiti alla cittadinanza così come crediamo fortemente che lo sviluppo economico della nostra città passi attraverso una reale ed efficiente accoglienza turistica – afferma M5S -. Nello specifico con la mozione, con la quale andiamo a proporre l’azzeramento dell’imposta di soggiorno, siamo certi di dare un contributo concreto per cercare di rilanciare il turismo a Follonica contrastando di fatto la concorrenza delle altre località balneari. Intervenire sulla tassa, parallelamente ad altre azioni come la destagionalizzazione dell’offerta turistica legata alle iniziative sportive, alla valorizzazione del vicino Parco di Montioni, oppure aprire concretamente le porte della città al turismo accessibile ai disabili significherebbe collocare Follonica tra le mete preferite dai flussi turistici nazionali ed internazionali. Questa è la nostra visione di Follonica diametralmente opposta a quella dell’attuale Maggioranza, che invece vuole estendere l’imposizione dell’imposta anche alle seconde case celandosi dietro ad una falsa giustizia fiscale».

«La mozione 50 litri di acqua gratuita giornalieri rientra nel nostro percorso politico a difesa del bene pubblico più prezioso, l’acqua, che rappresenta tra l’altro una delle nostre cinque stelle, una proposta che verrà sottoposta al voto del Consiglio Comunale follonichese affinché siano modificati il regolamento e la carta del servizio di acquedotto per quanto attiene all’articolazione tariffaria in modo tale che venga assicurato il quantitativo minimo vitale giornaliero, gratuito, pari a 50 litri di acqua potabile per ciascun componente del nucleo familiare di ogni utenza domestica residente».

«In ultimo, ma non certo per importanza, in Consiglio Comunale verrà discussa la mozione per contrastare la pratica della capitozzatura ai danni del verde pubblico vietandone il ricorso su tutto il territorio comunale individuando una sanzione amministrativa in caso di mancato rispetto di tale norma, naturalmente con ovvie esclusione, come per le zone boschive, per le piante da frutto o quelle che possono risultare un evidente pericolo all’ incolumità pubblica. Il nostro obiettivo è una seria gestione del verde pubblico che preservi il patrimonio, garantisca la bellezza urbana e la sua funzione primaria cioè quella di migliorare l’aria di una città e al contempo la sicurezza dei cittadini, tutto il contrario di ciò che sta accadendo ormai da anni. Ora la parola passa alla maggioranza PD/PSI/GDF/VERDI/SEL, vedremo se, come noi, avrà a cuore l’interesse dei cittadini nel rispetto di un buon governo della città».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.