Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Autostrada, Cinelli «Dobbiamo sciogliere il nodo del Collecchio. Ci muoveremo per migliorarla»

MAGLIANO IN TOSCANA – Un tracciato che ha ancora criticità ma che sostanzialmente non dispiace a Diego Cinelli, sindaco di Magliano in Toscana. Stiamo parlando del tracciato dell’autostrada Tirrenica per cui questa mattina si è svolto un incontro in Regione. L’assessore regionale Vincenzo Ceccarelli ha incontrato un gruppo di sindaci della nostra provincia insieme al commissario straordinario di governo Giorgio Fiorenza, e dei vertici di Sat l’amministratore delegato, Mario Bergamo e il direttore Luigi Massa.

«Quello che è emerso – afferma Cinelli – è che c’è disponibilità ad accogliere eventuali osservazioni se ben motivate, ma che comunque questa autostrada si farà, e dunque è bene muoversi per cercare di migliorarla ove possibile piuttosto che fare le barricate».

Secondo quanto racconta Cinelli tra i temi trattati le barriere entro cui muoversi senza pagare il pedaggio (che hanno interessato gli assessori del comune di Grosseto, Megale e Turbanti) e per quanto riguarda Magliano la località di Collecchio.

«Il nostro tratto è importante perché è un tracciato che attraversa il parco della Maremma oltre a importanti realtà produttive e agricole. Uno dei problemi è una serie di strettoie che si avrebbero alla fattoria del Collecchio, metterci tutto, autostrada, complanare potrebbe diventare difficile». I progetti definitivi dovrebbero essere inviati ai comuni, dal Ministero, in poco tempo, da quel momento potranno essere fatte le osservazioni.

«Domani illustrerò il progetto in Giunta e poi incontrerò i cittadini – prosegue Cinelli – conoscono bene la zona, le strade, hanno fatto molti sopralluoghi e su alcune modifiche si sono mostrati disponibili a trattare. Certo non si potrà stravolgere la natura del progetto».

Il dibattito più importante sembra essere stato proprio quello sulle barriere che consentirebbero di non pagare il pedaggio ai maremmani. Sono previsti una serie di svincoli liberi in cui non c’è da pagare a ameno che non si attraversi la barriera. Il punto è che, con il limite dei 20 chilometri, da Fonteblanda a Grosseto ci sarebbe da pagare due volte. Non solo ma la variante di Grosseto, che è uno snodo centrale anche per passare da una parte all’altra della città, finirebbe fuori barriera e per passarci ci sarebbe da pagare.

I cittadini di Magliano, grazie alla loro posizione, non avrebbero comunque da pagare nulla né per andare a Grosseto e neppure a Orbetello. Resta comunque il punto interrogativo della fattoria del Collecchio. Qui verrà realizzata, oltre all’autostrada, andando verso Grosseto, una complanare asfaltata a destra lì dove era la vecchia Aurelia, e a sinistra una strada di collegamento delle abitazioni. Questa non asfaltata.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.