Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

300 pellegrini in udienza a San Pietro, il Papa incoraggia Cetoloni «Forza continuiamo a lavorare» fotogallery

ROMA – 300 pellegrini della Diocesi di Grosseto hanno preso parte questa mattina all’udienza generale con Papa Francesco. Il pellegrinaggio a cui hanno partecipato anche 15 parroci oltre al vescovo, monsignor Rodolfo Cetoloni e a don Franco Cencioni, era tra le iniziative previste dalla diocesi per il Giubileo.

I pellegrini maremmani dopo aver partecipato all’udienza generale in piazza San Pietro hanno passato la Porta Santa dove sono stati accolti dal cardinal Angelo Comastri per una breve udienza. Nel pomeriggio si sono ritrovati alla chiesa di San Gregorio VII per prendere parte alla messa.

Al pellegrinaggio hanno partecipato anche il sindaco di Grosseto, Anton Francesco Vivarelli Colonna e l’assessore Giacomo Cerboni. Finita l’udienza ogni vescovo ha la possibilità di andare a salutare il Santo padre. Bergoglio ha riconosciuto Cetoloni e ha chiesto come stesse, il vescovo di Grosseto ha risposto che era un po’ stanco. Papa Francesco lo ha incoraggiato «Forza forza – ha detto – siamo tutti stanchi, ma bisogna continuare a lavorare». Assieme al vescovo a salutare il Papa è salito anche don Franco Cencioni.

Al pellegrinaggio hanno preso parte un gruppo di ragazzi (che passeranno la cresima domenica) della parrocchia di San Giuseppe e un gruppo di studenti del Chelli accompagnati dai loro genitori.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.