Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Vie intitolate alle donne, Fratelli d’Italia «Siano scelte senza pregiudizi politici»

Più informazioni su

FOLLONICA – La scelta di intitolare alcune vie della città di Follonica alle donne crea dibattito e vedute differenti tra maggioranza e opposizione. «Apprendiamo oggi della mozione firmata dai capigruppo di maggioranza sulla toponomastica femminile – afferma circolo Quattrocchi di Fratelli D’Italia e Gioventù Nazionale Follonica -, e vogliamo dire che tale atto ci trova concordi in toto, anche se siamo costretti in questa missiva a riportare alcuni punti, a nostro avviso, poco chiari».

«Il primo punto su cui chiediamo chiarezza e garanzia da parte del sindaco è che non si creino zone grigie – prosegue la nota -: nomi e storie di sacrificio, da lasciar comunque cadere nell’oblio del dimenticatoio generale. Leggiamo, ad esempio, del progetto “ Partigiane d’Italia” e ci domandiamo se nelle ipotetiche vie follonichesi, e nel ragionamento che ha portato a questa mozione, possano trovar posto tutte le donne vittime degli opposti schieramenti che si combatterono in Italia, e che costellarono l’intera guerra civile dal ’43 al 45».

«Ci auguriamo infatti, per una corretta linea commemorativa, di poter vedere sia una ipotetica area pubblica intitolata alla partigiana Irma Bandiera, sia una a Giuseppina Ghersi tredicenne stuprata, torturata ed uccisa il 30 aprile del 1945. Confidando infatti in una spiritualità libera da ogni pregiudizio da parte della Maggioranza speriamo di apprestarci ad accogliere via O. Fallaci, giornalista i cui temi restano tutt’oggi attuali. In poche parole chiediamo che vengano ricordate tutte le donne, al di là del credo politico». Prosegue Fratelli d’Italia.

«Inoltre chiediamo che in aggiunta alla intitolazione di future vie a donne del passato e del presente si possa parlare di eventuali percorsi di sgravi e agevolazioni a tutte le neo-mamme, donne lavoratici, vedove o donne con un disabile in famiglia da parte del palazzo comunale – si legge nella nota -. Già, ci preme chiedere questo, per esser sicuri che la maggioranza non si crei solo un grande spot elettorale ad hoc, una medaglia di cartone da appuntarsi da sola. Ed infatti l’unico punto di malizia che, dobbiamo ammetterlo, ci ha toccato è proprio sull’utilità di tale mozione: dopotutto Pd e GdF sono già al governo, e i nomi delle future vie le sceglieranno già tra di sé o con chi per loro, ma crediamo ciecamente alla buona fede dei nostri colleghi e rifuggiamo da questa malafede, ovviamente».

«Quindi ben vengano le vie intitolate alle donne che hanno reso grande questo Paese, ma chiediamo che ci si possa ricordare anche come questa giunta si sia prodigata per aiutare, nel reale, la battaglia della parità di genere, combattendo battaglie attuali e concretamente utili per tutte coloro che non sanno districarsi tra lavoro, casa e figli.»

«Infine suggeriamo al sindaco Benini un altro passo verso la distruzione delle disparità nella toponomastica follonichese, che renderebbe veramente il Pd un partito egualitario. Noi di FdI vogliamo portare alla luce come ad oggi non ci siano vie, nel reticolato offerto alla classe politica, dedicate ad esponenti dei partiti di destra o centrodestra. Consci della bontà d’animo della Amministrazione del Golfo, e dell’immacolato spirito di abnegazione che ha portato alla stesura di tale mozione richiediamo già da oggi la modifica di suddetto atto, garantendo una riserva indiana (ci accontentiamo di poco) anche ai rappresentanti politici del popolo della destra italiana, dimostrando, almeno a Follonica – conclude -, che i militanti della destra non sono realmente “Figli di un Dio Minore”».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.