Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Giovani comunisti contro Forza Nuova e Deceris «Presenze inquietanti. Le forze democratiche si uniscano»

Più informazioni su

GROSSETO – «Presenze inquietanti che sfruttano l’ossessione securitaria, agitata dall’attuale maggioranza in consiglio comunale, per attaccare i principi costituzionali e la convivenza democratica delle comunità, lavorando quotidianamente al conflitto dei penultimi contro gli ultimi. Anche alla luce del vergognoso atto di Forza Nuova, contro i rifugiati». Così i giovani comunisti della Federazione del partito della Rifondazione Comunista di Grosseto si associano «alle preoccupazione già espresse dall’ANPI e della CGIL, in merito alla recente apertura di una sede della formazione neofascista Forza Nuova, dopo l’apertura in questi anni della sede di Casa Pound\Deceris. Inaugurazione avvenuta alla presenza del segretario nazionale appartenete, negli anni 80, al gruppo di “terza posizione” ed indagato per banda armata».

«Queste forze e movimenti sono coinvolte in puro stile neofascista in aggressioni a militanti di sinistra, migranti e persone di diverso orientamento sessuale – proseguono i giovani di Rifondazione -. Ci allarma inoltre il fatto che il consigliere eletto nelle file di Fratelli d’Italia, ma appartenente all’organizzazione di estrema destra Casa Pound, abbia attaccato l’ANPI dimenticando la natura antifascista della nostra Costituzione nata proprio dalla lotta e dal sacrificio di tanto Partigiani. I Giovani Comunisti propongono assieme alla Federazione Provinciale del P.R.C. al Forum Cittadini del Mondo di attivare al quanto prima un tavolo delle forze democratiche antifasciste della Città per rispondere ad ogni rischio di involuzione democratica, contro razzismo, fascismo e xenofobia».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.