Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Smaltimento pesci Laguna, Paffetti «Mancano documenti ditta, ma i soldi ci sono»

Più informazioni su

ORBETELLO – «I soldi sono stati stanziati e si è lavorato per mesi per trovare una soluzione, ma se crede che il problema è così semplice, l’assessore Minucci paghi la ditta come aveva promesso in campagna elettorale» subentra così l’ex prima cittadino, Monica Paffetti nella polemica sul pagamento della ditta Calussi che si occupò dello smaltimento del pesce morto in Laguna lo scorso anno durante il periodo dell’emergenza – ma a quanto pare la soluzione non è così semplice tanto che anche la nuova amministrazione non è riuscita a dargli una risposta in questi due mesi ed anzi, è anche riuscita a far si che la ditta faccia un decreto ingiuntivo.»

Dunque non si smorza questa diatriba che risale addirittura ad un anno fa: «Mi dispiace che Minucci, che ha avuto a cuore la questione della ditta Calussi dai tempi della moria dei pesci, abbia dei problemi a risolvere il pagamento della fattura – chiosa lei – i soldi sono presenti in bilancio nei capitoli appositi, finalizzati all’emergenza laguna 2015, ma il problema è l’erogazione del pagamento, legato alla chiarezza dei documenti sul fatturato. L’assessore si riguardi la legge 267 \2000 (testo unico ordinamento enti locali) art.191 e 194 dove si parla dei debiti fuori bilancio in cui si chiede che la spesa deve essere dimostrata nella sua congruità. Quindi i soldi sono stanziati, gli uffici e gli avvocati che stanno lavorando da mesi devono trovare una soluzione che sia conforme alle verifiche del lavoro fatto, se questo non sarà possibile sarà il giudice a decidere».

«Personalmente mi dispiace molto per la ditta che necessita di essere pagata, ma certe regole valgono per tutti coloro che svolgono servizi per enti pubblici e che devono presentare tutti i giustificativi richiesti dagli uffici che sicuramente sono molti, forse troppi, e certo su questo potremmo discutere sulla complicazione amministrativa molto a lungo. Ribadisco – conclude la Paffetti – che i soldi sono presenti nel precedente bilancio e sono stati riconfermati nel bilancio 2016 per cui l’assessore, se la questioni è semplice liquidi la fattura visto che il bilancio è del 31 maggio del 2016.»

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.