Quantcast

L’oltretomba della compagnia Katzenmacher per un viaggio con il traghettatore Karonte fotogallery video

RAVI – È l’indovino cieco Tiresia ad aprire la scena della rappresentazione della Katzenmacher, la compagnia teatrale residente del Teatro delle Rocce. Anche quest’anno il tema sono le anime dell’oltretomba. Alfonso Santagata esplora l’Ade dell’antica Grecia.

Karonte Katzenmacher 2016

Nella sua rappresentazione tornano a vivere gli eroi e i personaggi classici. Edipo soprattutto, a cui Tiresia preannuncia il proprio destino, la moglie e madre di Edipo, Giocasta, e i figli nati dall’incesto, le due femmine e i due maschi, che finiranno uno contro l’altro.

«I morti ritornano; dicono che i morti prematuri diventano fantasmi. Torneranno Edipo, Giocasta, i loro figli Eteocle, Polinice, Antigone, Ismene, Tiresia profeta e indovino, Creonte. Il potere della politica… Agamennone. Il tempo del mito rivive nella storia dell’uomo continuando a produrre visioni. Benedetti, ciascuno, dal proprio dio, gli eroi tragici affrontano la propria sorte – afferma Santagata -, ritessendo odi e amori, lutti e conquiste in un disegno superiore, necessario e imperscrutabile insieme».

“Karonte. Traghettatore di ombre” ci rende gli uomini e le donne della Grecia classica con tutte le loro passioni, ma anche con le angosce e i rancori, gli odi e le meschinità di quando erano in vita.

La rappresentazione, andrà in scena sino al 10 agosto presso la miniera di Ravi Marchi, è una coproduzione del Festival Teatro delle Rocce, ed è messa in scena dalla compagnia residente. Posto Unico Intero Euro 7,00 Posto Unico Ridotto Euro 5,00 Prenotazione obbligatoria al 3470840413 (Monica) Ridotto giovani sotto i 25 anni, over 65 anni.

Commenti