Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Messa in sicurezza del Petraia e del Pecora, lavori terminati. Ecco cosa è stato fatto

FOLLONICA – Sono stati portati a termine due interventi del Consorzio Bonifica 5 Toscana sul torrente Petraia e sul fiume Pecora che è stato messo in sicurezza.

Nel Comune di Follonica il personale del Consorzio ha portato a termine recentemente un intervento di riqualificazione sul torrente Petraia nel tratto compreso tra la linea ferroviaria e la vecchia Aurelia.

L’intervento, eseguito nel mese di marzo, ha visto la trinciatura della sezione di deflusso l’estrazione dall’argine di pali in legno e cemento di vecchie linee dismesse Enel e Telecom al fine di rendere più sicuro il transito lungo i corsi d’acqua. Il torrente Petraia è stato completato con una ulteriore potatura di piante e la ripulitura del ponte ubicato su via Amendola per un importo di circa 11.500 euro di lavori.

Per agevolare e strutturare meglio i lavori di manutenzione necessari, il Consorzio di Bonifica ha sottoscritto insieme al Comune di Follonica una convenzione per la gestione dei corsi d’acqua, in virtù della quale si è proceduto anche alla ripulitura delle tre vasche di laminazione del torrente Petraia, realizzate negli anni scorsi dallo stesso Comune. Per tale intervento, costato circa 17.000 euro, si è reso necessario l’impiego sia della squadra dei trattori con decespugliatori, sia di un escavatore cingolato per effettuare alcuni interventi di rimodellamento e risagomatura alle pertinenze idrauliche.

A questo intervento va aggiunta l’imponente opera realizzata sul fiume Pecora grazie ad un investimento di circa 4 milioni e mezzo di euro ed inaugurata recentemente alla presenza della Regione Toscana e del Ministero dell’Ambiente. L’intervento progettato dal personale del consorzio e portato a termine da ditte appaltanti ha visto un anno di lavori intensi per la realizzazione della cassa di espansione di 38 ettari in località Scopaione a Scarlino, capace di sottrarre all’onda di piena un volume complessivo di circa 950.000 mc di acqua, per la risagomatura e riprofilatura degli argini del fiume Pecora e l’adeguamento del deflusso della Gora delle Ferriere.Il Consorzio 5 Toscana Costa si dice «soddisfatto dei lavori realizzati che saranno determinanti per la sicurezza dei centri abitati e delle zone rurali limitrofe».

«Quella tra Comune di Follonica e Consorzio di Bonifica è una collaborazione efficace – aggiunge il sindaco di Follonica Andrea Benini – siglata con la volontà di trovare soluzioni funzionali al nostro territorio. Anche l’intervento sul Petraia dimostra un’efficace ottimizzazione di risorse, tanto che probabilmente saranno realizzabili anche ulteriori interventi a Fosso al fico (Salciaina). Si tratta di interventi che non sono facilmente visibili – ha precisato lo stesso sindaco – ma riguardano la messa in sicurezza del nostro territorio e quindi il nostro futuro».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.