Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bilancio di Roccastrada, Limatola: «Sano e solido, malgrado i tagli»

Più informazioni su

ROCCASTRADA – «Un bilancio di previsione per il 2016 che si conferma sano, solido e attento alla comunità locale, malgrado i tagli imposti», Francesco Limatola, sindaco di Roccastrada, inquadra così l’impegno dell’amministrazione comunale anche nell’ottica del «Mantenimento delle tariffe e dei servizi rivolti ai cittadini, con attenzione alle fasce più deboli».

«La nostra priorità – aggiunge Limatola – è stata proprio quella di mantenere i servizi rivolti ai cittadini e alle imprese allentando, dove possibile, la pressione fiscale». Il primo cittadino inquadra poi la situazione delle tariffe come Imu, Tasi e Tari: «Per l’anno in corso rimarranno invariate, come confermate saranno le agevolazioni per Imu e Tari, con quest’ultima per il quale è previsto l’azzeramento per i primi due anni di attività delle nuove imprese. Tra i servizi a domanda individuale restano immutate le tariffe per asili nido, mensa e trasporto scolastico, mentre la quota pasto è diminuita».

Sulle opere pubbliche, invece, viene mantenuto il profilo basso: «Non è tempo di grandi opere – aggiunge Limatola -, puntiamo sulle nostre risorse e integrate da contributi, come i fondi europei o regionali. Gli interventi punteranno a garantire una maggiore vivibilità dei centri urbani, con lavori di riqualificazione urbanistica, decoro urbano, manutenzione stradale e scolastica, con efficientamento dell’illuminazione pubblica».

Inoltre le novità sulle quali l’amministrazione roccastradina ha posto tra le priorità: «La gestione dei rifiuti con il porta a porta che a settembre sarà attivo a Roccastrada, Sticciano e Ribolla, per poi essere esteso a tutto il territorio – conclude Limatola -. Stiamo lavorando inoltre per una illuminazione pubblica con lampade al led che ridurranno i consumi e i costi a carico della comunità».

Infine il grande sogno sul quale Limatola punta forte: «Tornare a rendere fruibile il castello di Montemassi. E’ in corso la progettazione per concludere l’iter iniziale in estate. Successivamente punteremo al finanziamento europeo per avere risorse a disposizione».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.