Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

«Risultato clamoroso» Mugnai, Donzelli e Vescovi commentano il voto di Grosseto

GROSSETO – «Abbiamo ridisegnato la geografia politica della Toscana del Sud. È un risultato clamoroso». Così Stefano Mugnai, coordinatore regionale di Forza Italia, commenta i risultati usciti dalle urne per quanto riguarda la Toscana.

«Con questi ballottaggi abbiamo cambiato la geografia politica della Toscana: il Pd ha perso cinque sfide su sei, noi ne abbiamo vinte tre su quattro – prosegue Mugnai -. E’ un’affermazione netta che pensavamo possibile poiché le sensazioni che arrivavano dai territori andavano in questa direzione, ed è in controtendenza col dato nazionale, poiché in Toscana l’alternativa vincente al sistema di potere del Pd non è il M5S ma è il centrodestra unito con Forza Italia protagonista».

«Badando ai 26 comuni chiamati al voto in questa tornata amministrativa, se fino al 4 giugno amministravamo 23.353 cittadini su un totale di 362.035, ovvero il 6,45% del totale. Oggi ne amministriamo 179.434, ovvero il 49,56%. Clamoroso è il dato della Toscana del Sud, dove abbiamo ridefinito la geografia politica, ma in generale qui in Toscana, complice forse l’esperienza di Livorno, l’alternativa al Pd siamo noi e non i 5 Stelle che invece conseguono risultati importanti ma non in grado di incarnare l’alternativa. A Grosseto dal 2015 a oggi siamo passati da 1.881 a 3.110 voti».

«L’esito dei ballottaggi dimostra che il centrodestra deve ripartire dal modello toscano di rottura e smettere di inseguire il ‘moderatismo’ a tutti i costi, errore che con Parisi a Milano è costato la sconfitta – gli fa eco Giovanni Donzelli capogruppo regionale di Fratelli d’Italia -. In Toscana abbiamo vinto perché abbiamo interpretato l’esigenza di cambiamento forte mettendo in campo candidati anti-sistema come Antonfrancesco Vivarelli Colonna a Grosseto, che per tutta la campagna elettorale ha attaccato l’establishment del Pd trovando al secondo turno una sintonia anche con il Movimento 5 Stelle».

«Il famoso motto:”L’unione fa la forza” – afferma Manuel Vescovi, capogruppo in Consiglio regionale della Lega Nord – ha funzionato alla perfezione a Grosseto, dove la coalizione di Centrodestra è riuscita a spingere alla vittoria il neo-sindaco Vivarelli Colonna. Un risultato di assoluto valore e prestigio che vede, dopo Arezzo, la sconfitta del Pd in un altro capoluogo di provincia della Toscana. Sono certo – sottolinea l’esponente leghista – che il nuovo sindaco e la sua squadra riusciranno ad amministrare sapientemente la città grossetana, rispondendo appieno alle esigenze dei cittadini che noteranno ben presto il cambio di ritmo e risultati rispetto alla gestione a guida Pd.»

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.