Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanità d’eccellenza: anche all’ospedale Misericordia interventi salvavità con tecnica endovascolare

Più informazioni su

GROSSETO – Anche all’ospedale di Grosseto interventi salvavita per la riparazione dell’aorta toracica, con tecnica endovascolare. Ad eseguirli, l’equipe della Chirurgia vascolare diretta dal dottor Armando Natale, che proprio nei giorni scorsi ha operato, con successo, in emergenza, un paziente di 85 anni, affetto da rottura dell’aorta toracica, utilizzando proprio questa tecnica meno invasiva rispetto a quella tradizionale.

Come spiega il dottor Natale, “il paziente è arrivato in pronto soccorso per un quadro caratterizzato da grave difficoltà respiratoria; è stato sottoposto ad accertamenti diagnostici che hanno evidenziato la rottura dell’aorta toracica discendente. Questa drammatica situazione clinica, trattata fino a qualche anno fa con tecnica tradizionale, con apertura cioè della cavità toracica, è stata risolta con un intervento in anestesia locale, introducendo una endoprotesi attraverso l’arteria femorale. Il decorso clinico è stato regolare ed il paziente è stato dimesso in terza giornata post operatoria, chirurgicamente guarito”.

“Il successo di questo intervento riveste una particolare importanza per la qualità dell’assistenza all’ospedale Misericordia di Grosseto, dove i pazienti con questa grave patologia possono essere trattati con le tecniche più moderne, grazie alla professionalità dei medici e degli infermieri della Chirurgia Vascolare. Oltre ai casi programmati, inoltre, vengono trattate anche le emergenze successive alle rotture dell’aorta toracica, dovute ad esempio ad incidenti stradali, evitando di inviare i pazienti in altri ospedali con il rischio di decesso durante il trasferimento. Tutto ciò è stato reso possibile – conclude Natale – anche grazie alla disponibilità della Direzione aziendale che ha dotato la sala operatoria della Chirurgia vascolare di un adeguato numero di endoprotesi, in modo da fare fronte sia alle emergenze dell’aorta addominale che a quelle dell’aorta toracica”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.