Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Montecristo, l’isola “green”: l’energia che serve verrà tutta dal sole

MONTECRISTO (LI) – Lunedì 13 giugno il Parco dell’Arcipelago Toscano ha inaugurato l’impianto fotovoltaico per il fabbisogno energetico dell’Isola di Montecristo. L’Isola, una delle 130 Riserve Naturali dello Stato, è stata sinora alimentata con un generatore a gasolio, con comprensibili difficoltà e costi per il rifornimento di carburante, dati gli stretti vincoli di protezione e la inaccessibilità, trattandosi di un Isola lontana dalla terraferma Con questo impianto si potrà per 9 mesi su 12 coprire il fabbisogno energetico della famiglia dei guardiani e dei forestali in servizio sull’isola, oltre che ridurre l’inquinamento di un’ area che dal 1988 è diplomata dal Consiglio d’Europa, ed è riserva MAB Unesco protetta e tutelata per la grande ricchezza di biodiversità.

L’intervento tecnico durante circa tre anni, è stato realizzato grazie anche alla collaborazione del Corpo Forestale dello Stato sezione UTB di Follonica preposto alla sorveglianza della Riserva naturale, dove svolge progetti di ricerca e conservazione nonché attività di educazione ambientale.

Con la realizzazione dell’impianto si potrà:
– ridurre le emissioni di CO2 stimabili in 3.520 Kg/anno;
– ridurre le emissioni di NOx (ossidi di azoto) stimabili in 10 Kg/anno;
– diminuire il consumo di gasolio stimabile in circa 1.900 litri/anno
– diminuire i costi dovuti all’approvvigionamento di gasolio stimabile in circa 2.375 €/anno
(considerando il costo di un litro di gasolio pari a 1,25 €/l compresi trasporto, accise e IVA);
– massimizzare il tempo di impiego dei gruppi elettrogeni
– fornire un accesso all’energia semplice e rapido.

Alla inaugurazione erano presenti oltre ai tecnici che hanno realizzato l’intervento, Paolo Pacini Capo segreteria del Sottosegretario al Ministero dell’Ambiente On. Silvia Velo, il Sindaco di Portoferraio Mario Ferrari, il Presidente del Parco Giampiero Sammuri, il Direttore Franca Zanichelli, il Vice Presidente Angelo Banfi, e i consiglieri Luigi Coppola, Alessandro Damiani e Stefano Feri. Erano presenti per il corpo Forestale il Comandate del CTA CFS dr. Iacopo Mori, il Comandate del UTB CFS Dr. Stefano Vagniluca, e per la Capitaneria di Porto Il Comandante Emilio Casale.

L’inaugurazione è stata possibile grazie al supporto logistico dalla Capitaneria di Porto di Portoferraio, dagli elicotteristi del Corpo Forestale dello Stato, della base di Cecina, e dall’UTB CFs di Follonica.

Ecco come è l’impianto fotovoltaico: L’impianto installato su 2 pensiline avrà una potenza nominale di picco pari a 6,0 Kw e sarà costituito da un totale di 24 moduli da 250 W in silicio monocristallino per ottenere una superficie captante globale pari a circa 40 m2.
L’impianto funzionerà in modalità “Stand alone” connesso cioè ad un sistema autonomo di accumulo di energia costituito da 48 batterie al piombo gel riciclabili, in grado di raccogliere l’elettricità prodotta dall’impianto e restituirla all’utenza nel momento del bisogno garantendo fino a 3 giorni consecutivi di autonomia
Considerando i dati principali della località di installazione, l’esposizione della superficie captante, l’inclinazione rispetto all’asse orizzontale e il totale perdite elettriche del sistema possiamo stimare una produzione di energia elettrica dall’intero impianto fotovoltaico pari a 6.620 Kwh/anno

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.