Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

#ElezioniMaremma16 – Simiani analizza il voto: «Pd capace di mettersi in discussione»

GROSSETO – A poche ore dalla conclusione della tornata elettorale delle amministrative, il segretario provinciale del Pd grossetano, Marco Simiani, traccia l’analisi del voto: «Le elezioni amministrative in provincia di Grosseto dimostrano ogni volta la vitalità dell’elettorato, l’attenzione e la capacità critica. In tre casi dei cinque Comuni che sono andati al rinnovo del Consiglio e la scelta del sindaco, il giudizio sia sul lavoro svolto che sulle proposte avanzate dal Partito Democratico è stato chiaro e positivo e ringraziamo tutti gli elettori che hanno riconosciuto a Giancarlo Farnetani la capacità di governare, a Francesco Marchi le competenze per far crescere Scansano, e, infine, a Lorenzo Mascagni tutta la carica di innovazione, di competenza di cui è portatore. A Roccalbegna e Orbetello, per contro, è indubbio, il giudizio critico dei cittadini sulle proposte di candidature che abbiamo sostenuto. Sapremo farne tesoro. Facciamo i nostri auguri a Massimo Galli, sindaco di Roccalbegna, e a Andrea Casamenti, sindaco di Orbetello, per il loro lavoro futuro. Avranno nel PD un partito che saprà, nel suo ruolo di minoranza, tenere sempre conto del bene della comunità senza giudizi pregiudiziali e tantomeno ideologici».

«Grosseto merita un discorso in più. Il turno elettorale non si è concluso, ci aspetta il ballottaggio e, anche per questo, sono necessarie una serie di considerazioni che alla luce dei risultati del primo turno prendano atto di quanto è successo – aggiunge Simiani -. Il Partito Democratico nel capoluogo esce fortemente ridimensionato, pur restando il primo partito in città. Gli elettori hanno espresso sul PD una valutazione negativa che è stata generata dal malessere, le discussioni, le lacerazioni di cui tutti noi ci siamo resi protagonisti».

«Contestualmente e altrettanto chiaro, nel voto si è manifestato un giudizio fortemente e numericamente positivo su Lorenzo Mascagni che oggi ha tutti i titoli per proporsi come sindaco di Grosseto – conclude Simiani -. Mascagni è stato in grado di catalizzare tante energie che la comunità sa esprimere. La strada indicata dagli elettori è quella della discontinuità con il recente passato, della capacità di basare il governo della città sulla partecipazione e rappresentare con Mascagni un modello di politica nuovo».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.