Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

«Il “pasticiaccio” della casa di Roma», Conti «Se il Comune perde la causa rischia il dissesto»

ROCCALBEGNA – “Il centrodestra a Roccalbegna ha amministrato così male – afferma il candidato sindaco di Roccalbegna Giuseppe Conti – da trasformare una cosa bella come la donazione da parte di una signora al Comune di un’immobile di pregio situato a Roma, in un vero e proprio pasticcio che rischia di portare Roccalbegna in dissesto finanziario. Una pasticcio che va avanti dal 2009 per la vendita dell’immobile alla società Properties alla cifra di 1 milione e 230mila euro. Sono passati 5 anni di amministrazione Galli e la situazione è oggi più ingarbugliata che mai, tra avvocati, citazioni dinanzi al tribunale di Roma e richieste di risarcimento danni».

«Se il Comune di Roccalbegna dovesse perdere la causa, si troverà a pagare alla Properties il doppio della caparra ricevuta ovvero 460mila euro ai quali si aggiungono  442mila euro per i lavori eseguiti dall’acquirente e le spese legali. Questo porterebbe il Comune ad un debito fuori bilancio e quindi al dissesto finanziario. Sulla questione c’è anche un esposto alla procura della Corte dei Conti. Se venisse accertata una responsabilità per danno erariale – conclude Conti – a pagare dovranno essere gli stessi amministratori”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.