Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Paffetti «Dalle liste civiche scelte inaffidabili. Non distruggeranno il centrosinistra»

Più informazioni su

ORBETELLO – «In questi ultimi mesi il sistema di governo del Comune di Orbetello è entrato in una dinamica complessa che rischia di provocare danni ai servizi collettivi e impedire l’attuazione di indirizzi essenziali per la comunità». A parlare è il sindaco di Orbetello Monica Paffetti che fa il punto sui rapporti all’interno della maggioranza.

«La crisi di governance è determinata dalle scelte controverse e inaffidabili delle liste civiche unite che pur restando in maggioranza non garantiscono l’attuazione di programmi e progetti deliberati dalla Giunta – prosegue Paffetti -. Questo atteggiamento ha causato in tre Consigli Comunali la mancata approvazione da parte delle Civiche Unite e dal Gruppo Misto di alcuni atti importanti che incidono sul Bilancio comunale e sul futuro dei servizi per le persone e le imprese».

«Come sindaco sto cercando in tutti i modi di presidiare e portare a termine il mandato, nell’interesse dei cittadini – scrive il sindaco in una nota -. Devo prendere atto che agiscono da tempo all’interno della maggioranza spinte incoerenti rispetto agli accordi politici sottoscritti. I consiglieri e membri di giunta che fanno riferimento alle Civiche Unite e al Gruppo misto devono a questo punto, fare definitiva chiarezza e rendere esplicita la loro posizione».

«Nessuno, e tantomeno io, consentirà loro di essere la testa di ponte che vuol demolire il centro sinistra agendo dall’interno della maggioranza – ribadisce Paffetti -. Un’azione del genere può essere spiegata solo se dettata da un patto nascosto con il centro destra. Il governo di Orbetello è stato, e sarà sempre, alla luce del sole, così come sono state palesi e pubbliche le elezioni primarie con cui i cittadini hanno bocciato il candidato Chiavetta».

«Non ci sono tempi supplementari quando si hanno di fronte i propri concittadini. Se si guida un Comune lo si fa fino in fondo, rispettandoli e impegnandosi giorno dopo giorno e ora dopo ora. Il mio è un richiamo e un segnale definitivo, senza variabili o alternative. Il tempo è finito, mancano trenta giorni alle elezioni e il 5 giugno – conclude – saranno gli orbetellani a determinare il nuovo inizio».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.