Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

M5S «Grazie a noi niente più circhi con animali selvatici a Follonica»

Più informazioni su

FOLLONICA – «Un importante traguardo per il rispetto degli animali e della pubblica incolumità è stato raggiunto nell’ultimo Consiglio a Follonica. Su tutto il territorio comunale sono stati banditi i circhi che esibiscono gli animali di quelle specie che le linee guida CITES prevede non compatibili con gli spettacoli viaggianti». È soddisfatto il Movimento 5 Stelle di Follonica.

«E’ stata difatti approvata la proposta del Movimento 5 Stelle di modifica del Regolamento sugli spettacoli viaggianti nella parte che disciplina i circhi equestri, e che, recependo le citate linee guida CITES e le disposizioni del Regolamento-tipo sulla tutela animali dell’Anci, garantisce agli animali, che sono ancora costretti d esibirsi – prosegue -, condizioni di detenzione più favorevoli e tutela l’incolumità pubblica».

«Leoni, elefanti, giraffe ma anche orsi, foche, rapaci e rettili sono potenzialmente pericolosi in queste strutture e la loro detenzione ed esibizione si risolvono in vere e proprie torture, umiliazioni e maltrattamenti, inoltre la sensibilità dei cittadini verso le condizioni di questi animali è aumentata e sempre più persone rifiutano questo tipo di spettacolo – proseguono i 5 Stelle -. Il Consiglio Comunale di Follonica ha lanciato un segnale forte e sempre più Comuni adottano regolamentazioni che scoraggiano l’impiego di animali nei circhi».

«Auspichiamo che altri Comuni della provincia grossetana, della Regione Toscana e dell’intera nazione seguano l’esempio di Follonica, ma occorre fare ancora di più. Il passo successivo è l’abolizione dei finanziamenti pubblici ai circhi che impieghino animali di qualsiasi specie nei loro spettacoli. La nostra Portavoce alla Camera dei Deputati del Movimento, Chiara Gagnarli, ha presentato una proposta di legge che purtroppo il Parlamento non ha mai calendarizzato e – concludono – giace nei cassetti da ottobre 2013».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.