Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La città che cambia: in anteprima le immagini del centro commerciale Coop fotogallery video

Più informazioni su

GROSSETO – Proseguono spediti i lavori nell’area del centro commerciale dove sorgerà l’Ipercoop. La visita degli studenti delle scuole superiori, nell’ottica della continuità scuola-lavoro, ha fornito l’opportunità per aprire, per la prima volta, le porte anche ai giornalisti. Molta strada deve essere ancora portata a termine, ma gran parte del percorso è stato realizzato. I lavori, iniziati a marzo 2013, si concluderanno nell’autunno 2016, quando l’area del centro commerciale verrà ultimata e di fatto inaugurata.

Cantiere Ipercoop

Intanto, però, è stato l’ingegnere Fausto Giunta, progettista del centro commerciale, a illustrare la nuova struttura che sorgerà nella zona del Commendone, alle porte della città. Saranno circa 60 i negozi presenti, oltre ovviamente allo store dell’Ipercoop, mentre altre quattro strutture da 2mila metri quadrati ciascuno, saranno adibite alle medie distribuzioni. Altri 10mila metri quadrati saranno destinati al centro direzionale, mentre nell’area sorgerà anche un distributore Coop con 18 pompe disponibili.

Grande attenzione è stata destinata anche alle opere di viabilità per 3 ettari complessivi sui 33 totali che interessano l’area commerciale. Basti pensare che il centro commerciale sarà tra i più serviti in termini di accesso, con quattro vie cittadine che confluiranno all’area e altri due esterni per chi proviene da fuori città, a queste si aggiunge una “bretella” di collegamento. In fatto di costi, solo per la viabilità sono stati spesi 13,7 milioni di euro, vale a dire un quinto del totale dell’investimento.

«In fatto di accessi, in base alla legge ne servirebbero uno per ogni 10 ettari, quindi potevano bastarne anche tre – spiega il progettista Fausto Giunta. Abbiamo abbondato per favorire l’accesso di tutto il bacino dell’entroterra, sia nella direttrice sud che dalla nord, a cui si aggiunge la parte della montagna, perché vale la pena di dire che un centro vive bene se non ha ingorghi stradali, altrimenti è una disgrazia».

«L’attrattiva e il ruolo centrale del nostro superstore costruiranno la base del centro commerciale – spiega Simone Pieraccini, responsabile sviluppo Unicoop Tirreno -. Lo schema dell’area prevede una sinergia abbastanza forte con un’offerta che spazierà dall’alimentare al non alimentare, mentre alcune tipologie di prodotti troveranno allocazione sulle quattro strutture esterne».

Molto interesse, tra qualche mese, sarà riversato sulle opportunità di lavoro che saranno offerte al territorio. Una stima che attualmente non può essere fornita, perché molto dipenderà ache dagli intenti dei singoli negozi. Intanto però, è stato calcolato che al cantiere lavorano quotidianamente circa 150 persone: «Una media che ci porteremo dietro fino ad agosto – osserva Fabio Gori, responsabile della sicurezza del cantiere -, per poi essere incrementata a partire da fine agosto, quando inizierà il rush finale di completamento della struttura, previsto per il prossimo autunno».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.