Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Vivarelli Colonna contro Mascagni: «È vergognoso ci accusa di colpe non nostre»

GROSSETO – Il caso di Marina con il video choc che ha fatto il giro del mondo è diventato anche terreno di scontro della campagna elettorale. Terreno su cui si stanno confrontando Lorenzo Mascagni, candidato del centrosinistra, e Antonfrancesco Vivarelli Colonna, candidato del centrodestra.

E alle parole di Mascagni che aveva accostato l’autore del video famigerato sulle condizioni ambientali a rischio alla destra, Vivarelli Colonna risponde in modo netto.

«Vergogna, vergogna, vergogna. Ciò che sta facendo quel poco che resta della sinistra grossetana, capeggiata senza forza dal candidato Mascagni, è di una bassezza morale che mi sconcerta. Fin dall’inizio della nostra campagna elettorale abbiamo parlato di programmi, di progetti, di idee. Non abbiamo mai raccolto le provocazioni né ci siano persi in polemiche sterili perché quello che ci stava a cuore era il nostro impegno concreto nel salvare questa città. Oggi però sono costretto a rispondere, per amore della verità e delle tante persone che credono nella nostra onestà».

«Mascagni non insinua nemmeno più: non perde occasione per accusarci apertamente. E noi non possiamo più rimanere in silenzio. Quindi sarò chiaro: la mia coalizione non ha commissionato quel video e coloro che lo hanno realizzato non hanno nessun rapporto con noi».

«Mascagni usa in maniera strumentale e spudorata questo episodio per biechi fini elettorali. Perché è questo l’unico motivo che ha trovato per avere un po’ di attenzione. Nel vaneggiamento farneticante, suo e dei suoi pochi accoliti che gli sono rimasti intorno, ci accusa di aver orchestrato questa azione per attaccare l’Amministrazione e danneggiare l’economia del territorio: è il delirio rabbioso di chi sa che perderà le elezioni e usa ogni mezzo, anche quello più basso, per mantenere un potere che si sta sgretolando».

«L’unica ferita mortale a Marina è stata inferta dall’inerzia di questa Amministrazione. Noi non ci stiamo. È nostro dovere offrire ai cittadini un confronto serio sulle cose da fare. Quindi, torneremo a non rispondere più alle urla impaurite del PD e ci rimetteremo da subito a lavorare per il benessere di Grosseto. Perché noi amiamo la nostra terra ed è per questo che vinceremo queste elezioni».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.