Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Chi ride, chi piange e chi spera: ecco il destino delle squadre maremmane

GROSSETO – Campionati dilettantistici conclusi, o quasi, con tanti verdetti già consolidati e altri che invece arriveranno nelle prossime settimane, tra play-off e play-out. Ecco i risultati ottenuti dalle formazioni della provincia di Grosseto, categoria per categoria.

SERIE D. Due giornate al termine dei gironi E e G, quelli che riguardano le squadre maremmane. Il Gavorrano è secondo dietro al Gubbio che ha conquistato la promozione in anticipo. I minerari però, sono stati agganciati dal Montecatini e adesso dovranno giocarsi lo sprint per conquistare la miglior posizione in vista degli spareggi. Nel girone G, invece, il Grosseto ha blindato la seconda piazza, rendendo ininfluenti le ultime due partite, anche se la matematica non certifica ancora la promozione in Lega Pro della Viterbese. Colmare il divario di 5 punti in classifica, nelle ultime 2 giornate appare comunque improbabile e quindi i biancorossi si stanno preparando per affrontare i play-off che giocheranno in casa.

ECCELLENZA. Retrocessione amara per l’Albinia che ha perso per 1-0 lo spareggio play-out contro il Gambassi. I rossoblù di Cameli tornano in Promozione, dopo aver disputato una stagione altalenante, sempre in lotta nei bassi fondi, prima cercando di evitare l’ultima posizione, poi con la speranza di centrare l’obiettivo attraverso la gara di spareggio. Così non è stato, con la retrocessione certificata sul campo domenica scorsa.

PROMOZIONE. Se l’Albinia scende in questo campionato, il Roselle lo saluta dopo aver compiuto un’impresa storica. I termali vincono con pieno merito un torneo condotto praticamente sempre in testa e si guadagnano l’accesso all’Eccellenza. La stagione del Roselle non è ancora finita perché sabato 30 aprile, a Firenze, si disputerà la prima edizione della Supercoppa di Promozione toscana, tra le tre vincitrici dei rispettivi gironi. Torneo triangolare di 45 minuti a partita, in cui i maremmani se la vedranno contro Ponte Buggianese e Chiusi. Salve matematicamente e senza appendice di spareggio, sia il San Donato che il Manciano. Ritroveremo queste due squadre nel prossimo campionato di Promozione.

PRIMA CATEGORIA. Nel girone F conquistano i play-off Fonteblanda e Castel del Piano che si ritroveranno avversarie nella semifinale play-off, speranze ancora accese quindi per un salto di categoria. Le formazioni maremmane perdono solo un pezzo con il Caldana che retrocede direttamente in seconda categoria. Castell’Azzara, Argentario, Alberese e anche Castiglionese (ma solo all’ultima giornata), ottengono la permanenza in categoria. Un traguardo raggiunto anche dal Monterotondo, inserito nel girone D.

SECONDA CATEGORIA. Nel girone G il Pitigliano è beffato di un punto dall’Amiata, ma conquista l’accesso alla finale play-off, dove attenderò al varco la vincente di Orbetello-Torrenieri, con i lagunari che avranno a disposizione due risultati su tre e il fattore campo favorevole. Già definito il quadro delle retrocessioni, con Montiano e Montorgiali che scendono in terza categoria. Santa Fiora, Sorano, Porto Ercole, Sant’Andrea, Marsiliana, Maglianese, Cinigiano e Saurorispescia si garantiscono un’altra stagione in questa categoria. Nel girone F, invece, l’arrivo al fotofinish premia il Paganico, promosso in prima categoria. Spera ancora nel salto anche lo Scarlino che nella semifinale play-off dovrà andare a vincere sul campo del Pomarance. Alta Maremma e Montieri concludono la loro avventura senza affanni, mentre è piuttosto complicata la griglia play-out. Il Follonica affronterà il Riotorto nel primo spareggio per la permanenza in categoria, chi vince è salvo, chi perde gioca un ulteriore spareggio casalingo contro il Roccastrada che ha solo una possibilità di salvezza: vincere in trasferta.

TERZA CATEGORIA. Una sola giornata al termine del campionato con arrivo in volata. Già definito da tempo il quadro delle prime cinque che rientrano nei play-off. C’è da decidere la promozione diretta con l’Invicta che in vista degli ultimi 90 minuti ha un punto di vantaggio su Massa Valpiana e Punta Ala e due sull’Aldobrandesca. Queste quattro formazioni si giocheranno la promozione diretta, mentre il Castiglione della Pescaia è già certo dei play-off ma non può più arrivare primo. Un altro anno della categoria più bassa a livello dilettantistico attende invece Nuova Grosseto Barbanella, Braccagni, Torbiera, Orbetello Scalo, Campagnatico, Civitella, Montemerano, Casotto Marina, Arcille, Ribolla, Sticciano.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.